Venus Williams: "Non ho mai misurato il mio successo con le vittorie e le sconfitte"


by   |  LETTURE 1022
Venus Williams: "Non ho mai misurato il mio successo con le vittorie e le sconfitte"

I numeri, freddi e solenni, non osservano mai le leggi della passione. Alla soglia delle quaranta primavere, una come Venus Williams ha praticamente smesso di vincere. Eppure non ha smesso di mollare. Anzi. Nel corso di una recente intervista concessa a Forbes, la "Venere Nera" si è aperta senza particolari filtri.

«Quando puoi guardare al passato senza rimpianti, puoi già ritenerti soddisfatto. Non ho mai misurato il mio successo con le vittorie e le sconfitte, cerco semplicemente di essere un esempio. Dentro e soprattutto fuori dal campo» ha spiegato con fermezza «Nel corso degli ultimi anni ho investito in maniera considerevole anche nelle mie altre attività.

Ed è stato davvero gratificante. L'idea di poter aiutare gli altri a realizzarsi mi fa sentire in pace con me stessa. La fiducia è una componente fondamentale. Alla fine di ogni giornata d'altronde devi essere il tuo più grande ammiratore.

So che non è sempre facile, alcune cose non si possono fare dall'oggi al domani, ma è importante prenderne consapevolezza». Fondamentale in un percorso di crescita anche il ruolo della famiglia. «I miei genitori hanno sempre cercato di darmi delle sicurezze.

In uno sport come il tennis capita spesso sentirsi soli, è vero, ma di solito la solitudine è un'arma per rafforzare la propria autostima. E alcune cose si riflettono inevitabilmente sulla vita di tutti giorni, forse per questo adesso mi sento così forte.

Il tennis mi ha dato molte opportunità, per questo motivo non posso fare altro che ricambiare. Lottare per i diritti delle donne non è mai stata una cosa complicata, davvero. Sono contenta che nel corso degli anni ci siano stati dei miglioramenti, ma continuerò a dare tutta me stessa fin quando la battaglia non sarà del tutto vinta» ha poi concluso. Photo Credit: Getty Images