Rios, duro attacco: "L' Atp ha coperto la positività di Agassi al doping per 4 volte"


by   |  LETTURE 6304
Rios, duro attacco: "L' Atp ha coperto la positività di Agassi al doping per 4 volte"

Intervenuto nel corso di un'intervista l'ex tennista cileno Marcelo Rios ha parlato della questione doping: dalle recenti accuse al suo connazionale Nicolas Jarry fino a importanti accuse ad André Agassi. Ecco le sue parole a La Tercera: "La positività di Jarry? Suo padre mi ha raccontato subito cosa è successo e la sua versione dei fatti.

Rispetto ai miei tempi ora analizzano anche i campioni di sangue ed è difficile nascondere qualcosa: so che dopo la Davis sia Garin che Jarry hanno fatto il test antidoping. Io non metto le mani sul fuoco per nessuno, ho detto a Nicolas che , qualsiasi cosa accada, io resterò suo amico.

In generale è difficile però sapere cosa ha fatto, dall'esterno non credo sia possibile. Nicolas è metodico e molto o ordinato, trovo difficile che ai tempi attuali uno rischia di vincere una gara e di incasinarsi, la punizione è certa e un tennista può essere squalificato per quattro anni, rovinandosi la vita.

Jarry si sente fregato ed ora, anche in caso di squalifica, vorrebbe almeno mantenere l'immagine pulita" Rios torna sui suoi tempi e in particolare su Petr Korda, vincitore di un Australian Open nel 1998 proprio contro Rios e squalificato successivamente per doping: "Io credo che nel caso di Korda il suo obiettivo era proprio trarre vantaggio dal doping ed è successo in un Grande Slam che potevo vincere.

Giocò sette gare ed arrivò in finale che era "troppo carico", ci siamo sfidati un mese dopo ed ho vinto. Io non mi sono mai dopato, al massimo bevevo alcol, ma mai dopato" Rios conclude con un duro attacco ad Agassi e all'Atp: "Hanno coperto quattro volte André Agassi sul doping e lo hanno fatto perché lui era fondamentale per il mondo del tennis.

A quei tempi l'Atp giocava i Masters sempre sul cemento per favorire Pete Sampras. Parlai di questa situazione con Bruguera e parlammo del fatto che il Masters doveva giocarsi ogni anno su una superficie diversa. Il tennis è l'unico sport che cambia 4 superfici nel corso dell'anno, è totalmente assurdo!"