Sonego: "Sono preoccupato, non riesco a capire cosa mi stia succedendo"


by   |  LETTURE 7651
Sonego: "Sono preoccupato, non riesco a capire cosa mi stia succedendo"

Lorenzo Sonego ha vinto la sua ultima partita nel circuito maggiore lo scorso 17 settembre a Metz, contro il tedesco Oscar Otte. Il giovane tennista italiano sembra aver perso fiducia nei propri colpi e in questo 2020 ha incassato cinque sconfitte su cinque partite disputate.

L’ultimo a battere Sonego è stato Pablo Cuevas a Buenos Aires, in una partita comunque abbastanza equilibrata. “Sono preoccupato, non mi sento bene e non riesco a capire cosa mi stia succedendo” , ha spiegato Lorenzo dopo la sconfitta.

Bisogna dire, però, che il giocatore classe ‘95 ha sempre dimostrato di essere un grande combattente ed un professionista esemplare, e sono proprio queste le qualità da cui dovrà ripartire per superare gli ostacoli.

A fare il quadro della situazione, ci ha pensato il suo allenatore Gipo Arbino. “La prossima settimana giochiamo a Rio de Janeiro e se il sorteggio ci dà una mano possiamo fare un buon torneo e mettere nel mirino il best ranking" , ha dichiarato Arbino in un'intervista al quotidiano La Repubblica.

"Il doppio volo transoceanico ha comportato anche un doppio fuso orario che, a differenza del solito, Lorenzo ha smaltito a fatica. E non è un caso se a Cordoba, nel primo torneo in Argentina, abbiamo rimediato l’unica sconfitta evitabile di quest’avvio di 2020.

Ora è una settimana che ci stiamo allenando bene e contro l’uruguaiano Cuevas, ex numero 19 al mondo, ho rivisto il Lorenzo che conosco. Ora stiamo lavorando duramente e i risultati si vedono: il rovescio in generale è migliorato, ma dobbiamo fare passi avanti nel rovescio in back e soprattutto nella risposta al servizio"