Da Nadal a Kyrgios: Djokovic disegna il suo tennista 'perfetto'.


by   |  LETTURE 7678
Da Nadal a Kyrgios: Djokovic disegna il suo tennista 'perfetto'.

Dopo un finale di stagione non proprio all’altezza del suo talento, Novak Djokovic ha iniziato il 2020 vincendo l’ATP Cup e gli Australian Open e conquistando la vetta del ranking mondiale per l’ennesima volta in carriera.

Proprio durante la prima edizione dell’ATP Cup, è stato chiesto al campione serbo di scegliere il suo giocatore ideale in base ai diversi colpi e alle diverse qualità tennistiche. Da sottolineare che Djokovic non ha potuto scegliere Roger Federer, perché quest’ultimo non figurava tra i presenti nella nuova manifestazione a squadre.

Dritto: Rafael Nadal. Il dritto di Rafa è uno dei migliori di tutti i tempi. Riesce a dare grande effetto a questo colpo e rende la palla molto pesante. Può colpirlo da qualsiasi angolo o lato del campo. È un’arma molto potente, che può usare per mettere pressione sull’avversario ma anche per difendersi e rimettersi in corsa durante uno scambio.

Rovescio: David Goffin. Mi piace davvero tanto il suo rovescio bimane. È molto piatto, il che significa che gli piace colpire la palla in anticipo. Talento: Felix-Auger Aliassime e Denis Shapovalov. Sono due tennisti unici.

Sono diversi ma molto giovani e hanno ancora molto da fare per raggiungere il loro massimo livello. Sono due bravi ragazzi, molto simpatici e professionali. Avranno un futuro luminoso. Mentalità: Rafael Nadal. Non si arrende mai.

Ha sempre un grande spirito combattivo in campo. Condizione fisica: Gael Monfils. Ha un ottimo gioco di gambe: può scivolare, saltare... è molto dinamico. È l’atleta perfetto. Servizio: Nick Kyrgios. Ha un servizio incredibile, con un movimento molto naturale e dinamico.

È un servizio davvero difficile da leggere, indipendentemente dalla superficie di gioco. Recupero fisico: Djokovic( ride, ndr) . Posso scegliere me stesso? Volèe: Herbert e Mahut. Soprattuto Mahut, perché a rete è molto veloce e freddo.

Footwork: Goffin, Nadal e Simon. La cosa principale di questa qualità è la leggerezza dei movimenti. La capacità di cambiare direzione in vista del prossimo colpo.