Garbine Muguruza: "Non si possono fare magie sui campi da tennis, devo lavorare sodo"



by   |  LETTURE 2607

Garbine Muguruza: "Non si possono fare magie sui campi da tennis, devo lavorare sodo"

Continua la marcia della tennista spagnola Garbine Muguruza, che, nel terzo turno degli Australian Open, ha letteralmente annientato la numero 5 al mondo Elina Svitolina, sconfitta con il risultato di 6-1;6-2. Al prossimo turno la Muguruza affronterà la tennista, testa di serie numero 9 del torneo, Kiki Bertens.

Al termine del match la spagnola, ex numero uno del mondo, era molto soddisfatta: "Non ricordo il mio livello quando ho vinto Wimbledon. È trascorso molto tempo e sono cambiate diverse cose da quei tempi, di solito preferisco non confrontarmi con i tornei del passato.

Sono contenta, sto giocando ad un buon livello ed anzi credo di aver fatto una gara sensazionale. Sono soddisfatta e fiduciosa in vista delle prossime gare. Volevo giocare contro la Svitolina perché abbiamo sempre dato vita a bellissime gare.

Nonostante il risultato dica altro, Elena mi ha creato molti problemi. Spero di proseguire il torneo a questi livelli" Incanalare una serie di buoni risultati? "Non so quando arriveranno questi. L'anno scorso ho lavorato duramente e non sono arrivati, alla fine nessuno di noi può fare magie, dipende da diversi fattori.

Ora sono felice e voglio pensare giorno dopo giorno" Sui problemi fisici: "Sono arrivata qui con alcuni problemi ed al primo turno ho rischiato di pagare caro. Ora sto meglio ed ho quasi 48 per riprendermi in vista delle prossime gare.

Ero influenzata, ma ora sto molto meglio. Con il passare dei giorni credo che la situazione migliorerà sempre di più"