Naomi Osaka spiega il ko: "È davvero dura perdere contro una ragazza di 15 anni"



by   |  LETTURE 4586

Naomi Osaka spiega il ko: "È davvero dura perdere contro una ragazza di 15 anni"

Il terzo turno degli Australian Open ha visto diverse sorprese e una delle più grandi nel tabellone femminile è sicuramente l'uscita di scena della campionessa in carica Naomi Osaka. A sorpresa la tennista giapponese ha ceduto in due set contro la giovanissima americana Cori Gauff.

La Osaka è apparsa delusa ed alquanto sorpresa in conferenza stampa: "Si, possiamo dire che sono sicuramente rimasta sorpresa. Ho commesso diversi errori, forse avrei dovuto giocare diversamente, ma molto dipendeva anche da quello che faceva lei.

Cori ha giocato in maniera diversa rispetto allo scorso anno, è migliorata nel servizio ed ha giocato molto più aggressiva. Non mi piace perdere contro giocatrici più giovani di me, io anche sono molto giovane e non ci sono molte tenniste più giovani di me"

Sull'aspetto tattico: "Volevo essere più aggressiva, ma lei è stata molto brava ed era uno di quei giorni in cui mi sembrava che non riuscivo a fare nulla. Non ho ancora la mentalità da campionessa, di tennista che sa gestire tutte le situazioni.

Ho ancora tanta strada da fare" Sulla sconfitta: "La vita è costantemente piena di test e per me questi test sono le partite di tennis. Quando perdi impari sempre qualcosa, è diverso visto che quando vinci non impari molto"

Pressione per il titolo: "La mia prima gara è stata buona, nella seconda già ho avuto qualche difficoltà. Oggi sono stato sopraffatta dalla mia avversaria, ho giocato solo in difesa. È un duro colpo perdere contro una ragazza di 15 anni, ma lei merita di essere qui e si è guadagnata tutto questo.

Sono io che devo migliorare. Questa sconfitta fa male, non mi piace perdere specialmente contro di lei. Sono dispiaciuta per il mio staff ed anche per i miei genitori che erano qui a vedermi. È una lezione nuova per me"