Wozniacki: "L'ultima partita è stata lo specchio di tutta la mia carriera"


by   |  LETTURE 2931
Wozniacki: "L'ultima partita è stata lo specchio di tutta la mia carriera"

Da Melbourne - Con la sconfitta rimediata al terzo round degli Australian Open, la carriera di Caroline Wozniacki è ufficialmente giunta al termine. La giocatrice danese ci ha messo il cuore fino all’ultimo punto, ma non è riuscita a completare la rimonta lasciando strada alla talentuosa Ons Jabeur.

“Ho creduto fino alla fine di poterla ribaltare e vincere. In realtà non mi importava troppo del punteggio finale, ma un paio di volte durante il match ho pensato: ‘Non voglio che questa sia la mia ultima partita, volevo combattere fino in fondo.

Ho lottato come se la mia vita dipendesse da questa partita. Ho dato il massimo. Penso che questo incontro sia stato lo specchio di tutta la mia carriera. È stato tutto molto emozionante, mi sento felice. Non erano lacrime di tristezza, ma di gioia.

Ha significato molto avere la mia famiglia insieme a me”. ‘Caro’ non ha rimpianti pensando alla sua carriera: “Ho imparato tanto in tutti questi anni. Non sarei la persona che sono ora se non avessi vissuto tutte queste esperienze.

La cosa più importante che ho imparato è che non importa di che colore sia la tua pelle, da dove vieni, se sei alta o bassa, grande o piccola. Se hai un sogno e lo persegui, allora tutto è possibile. Il mio sogno era vincere uno Slam e diventare numero 1 al mondo.

La gente pensava che fossi pazza visto che venivo da un Paese così piccolo. Sono molto orgogliosa di avercela fatta. Il mio desiderio è che la gente mi consideri una grande lavoratrice, una che ha sempre dato tutto.

Spero di ispirare le persone che vengono da nazioni piccole che magari non hanno mai avuto una numero 1 o una campionessa Slam. Mi auguro di aver lasciato momenti divertenti e rilassanti nello spogliatoio. Non penso che sarà un addio definitivo.

Sicuramente mi vedrete nei tornei più in là, non in campo ma in una posizione diversa. Sono curiosa di vedere cosa mi aspetta adesso. Molte cose devono ancora succedere e ora ho il tempo di concentrarmi a fondo sulla mia vita”.

Wozniacki ha infine rivelato cosa le mancherà di più: “Soprattutto la competizione. Vincere una partita molto serrata, rimontare e dare il massimo fino alla fine. Quell’adrenalina sarà impossibile da ripetere.

Adoro Melbourne, questo posto resterà per sempre nel mio cuore. Ho vinto uno Slam qui e ho dei fan meravigliosi. Sono molto contenta di aver concluso la mia carriera in questa città. Spero di poter tornare un giorno”.