Ashleigh Barty: "Ho la capacità di fidarmi di me stessa quando ne ho bisogno"



by   |  LETTURE 634

Ashleigh Barty: "Ho la capacità di fidarmi di me stessa quando ne ho bisogno"

Sono iniziati col brivido gli Australian Open di Ashleigh Barty, numero 1 del mondo e beniamina di casa. Chiamata ad un esordio tutt’altro che facile contro Lesia Tsurenko, la classe ’96 ha ceduto a sorpresa il primo set, per poi dominare gli ultimi due.

“Nel primo set penso di aver giocato con un po’ troppa pressione addosso, ho commesso troppi errori” ha dichiarato Barty in conferenza stampa. “Nel secondo sono riuscita a sciogliermi e sono scappata nel punteggio.

Certo, è stato deludente non riuscire ad approcciare il match come avrei desiderato, ma è stato anche bello concludere in questo modo”. “Nel tennis bisogna combattere sempre, indipendentemente dal punteggio” ha aggiunto la numero 1 del mondo.

“Puoi anche essere un sotto di un set e quasi fuori gioco, l'importante è continuare a lottare per il punto successivo. Tutti i punti hanno lo stesso valore, quindi devi giocarli tutti al massimo delle tue possibilità.

La consapevolezza di riuscire a recuperare così dopo un primo set perso è senz’altro positiva, ma preferisco non trovarmi nuovamente in questa situazione. Ma è comunque bello sapere di potermi fidare di me stessa quando ne ho bisogno”.

Non è mancato l’elogio all’avversaria sconfitta. “È un'avversaria incredibilmente complicata da affrontare, serve molto bene e sa coprire ogni parte del campo” ha infatti sottolineato l’australiana a proposito di Tsurenko.

“So che di recente è stata frenata dagli infortuni, ma sta lavorando per tornare a giocare il suo miglior tennis”. Fondamentale è stato anche il supporto della gente. “Il pubblico è stato incredibile, è stato molto bello giocare davanti ad una simile folla” ha concluso Barty.

Photo Credit: Getty Images