Tsitsipas: "Non volevo far del male a mio padre". E Kyrgios lo difende



by   |  LETTURE 10516

Tsitsipas: "Non volevo far del male a mio padre". E Kyrgios lo difende

Stefanos Tsitsipas e Nick Kyrgios si sono resi protagonisti di una splendida battaglia all’ATP Cup, conclusasi con la vittoria dell’australiano al termine di una maratona di tre tie-break. Nel corso del match, il greco classe ’98 ha sfogato la sua rabbia spaccando la racchetta in prossimità del suo angolo e colpendo così, del tutto accidentalmente, il padre Apostolos.

"Devo scusarmi per quello che ho fatto” ha dichiarato Tsitsipas in conferenza stampa. “Non è stato intenzionale, ovviamente non volevo fare del male a mio padre”. Sulla vicenda si è espresso anche lo stesso Kyrgios.

"Non ho visto l'incidente in diretta, ma non penso che fosse necessario il warning” ha detto l’australiano. “Anche io ho fatto cose stupide sul campo da tennis, ma sono cose che restano lì.

Ovviamente è stato un incidente e non c'è bisogno di parlarne troppo”. Riguardo alla sua prestazione odierna, Kyrgios ha aggiunto: “Sono andato molto bene al servizio nei momenti cruciali della partita.

È stato un match incredibile contro un grande giocatore. Vittorie di questo tipo sono quelle che lasciano il segno in un torneo con queste caratteristiche”. Non è mancato l’elogio all’avversario sconfitto: “Sappiamo tutti che Tsitsipas è un giocatore incredibile” ha detto Nick.

“Anche se è ancora molto giovane, sono sicuro che se continua così otterrà risultati straordinari in questo sport. Credo che trarrà insegnamenti positivi da sconfitte come questa, e che si allenerà duramente per evitare di ripetere gli errori commessi oggi”.

Photo Credit: Amazon Prime