Muguruza: “Spero di tornare al top e di vincere una medaglia a Tokyo”


by   |  LETTURE 833
Muguruza: “Spero di tornare al top e di vincere una medaglia a Tokyo”

Attualmente al 36° posto delle classifiche mondiali, la ventiseienne iberica Garbine Muguruza è stata numero uno WTA nel 2017, anno in cui ha trionfato a Wimbledon e a Cincinnati. Nel 2019 ha vinto solo il torneo di Monterrey e non è stata in grado di raggiungere alcun’ altra semifinale nel corso dell’intera stagione.

Adesso, con gli ottavi di finale da difendere agli Australian Open, la Muguruza è pronta a tentare il grande rientro nel tennis che conta: “Il prossimo anno ci sono gli Slam, i Giochi Olimpici, c’è tutto, perciò cercherò di arrivare in fondo in tutti i tornei.

Le Olimpiadi sono molto importanti perché ci sono solo ogni quattro anni. Una medaglia olimpica sarebbe grandiosa. Competere ai Giochi è un’ esperienza unica al mondo. Sei circondata da tantissimi atleti nel villaggio olimpico ed hai una sensazione molto positiva.

E’ davvero speciale, respiri un’atmosfera completamente diversa da un comune torneo di tennis. Lì ci sono tutti gli sport”, ha detto ai microfoni di Europa Pres. Garbine ha anche parlato delle difficoltà, dopo un periodo negativo, di tornare ai massimi livelli in una disciplina come il tennis: “Ci sono un sacco di nuove giocatrici ed è molto complicato rimanere ad un livello alto per diversi anni.

Non puoi retrocedere nemmeno di un passo perché, in men che non si dica, il singolo game può fare la differenza … Ci sono molti particolari e dettagli a cui devi pensare costantemente. Non dovete credere che siamo delle macchine”.

E’ proprio per questo, secondo Garbine, che è fondamentale avere un certo equilibrio con se stessi: “Non puoi permetterti di cadere sempre in più in basso, ma non puoi nemmeno perderti nel successo.

Mi piace molto quello che faccio, so cosa significa essere in vetta e volerci rimanere sempre”. Circa Conchita Martinez, che la seguirà come coach anche nel 2020, la spagnola ha dichiarato: “Abbiamo iniziato la stagione da zero e come ogni anno abbiamo le batterie cariche e non vediamo l’ora di tornare in campo.

Conchita ed io ci conosciamo da molto tempo, abbiamo condiviso insieme momenti incredibili, anche da capitano della Fed Cup. Siamo entusiaste”.