Bautista: "Già a 16 anni Nadal era un fenomeno. Coppa Atp? Vogliamo vincere"


by   |  LETTURE 1127
Bautista: "Già a 16 anni Nadal era un fenomeno. Coppa Atp? Vogliamo vincere"

Nella prossima Coppa Atp di Gennaio Roberto Bautista Agut sarà sicuramente uno dei protagonisti. La Spagna farà parte del Gruppo B dove giocherà a Perth e sfiderà Giappone, Georgia ed Uruguay con l'obiettivo di avanzare al turno successivo che si giocherà a Sidney.

Bautista è il numero 2 spagnolo, dopo ovviamente Rafael Nadal. Con Nadal, Pablo Carreno Busta, Albert Ramos-Vinolas e Feliciano Lopez punterà a conquistare il titolo. Ai microfoni dell'ATP ha rilasciato un'interessante intervista, ecco le sue parole: "Quando ero piccolo passavo tutta la giornata al club di tennis, i miei genitori venivano a prendermi a casa alle 21.

Giocavo sempre con i miei amici, era tutto bellissimo. Ho iniziato a giocare a tennis a 5 anni, ma fino ai 14 anni alternavo calcio e tennis. Successivamente giocavo solo a tennis. I miei idoli? Guardavo in tv Ferrero e Sergi Bruguera, ma più recentemente ammiravo anche tennisti come David Ferrer, Carlos Moya e Rafael Nadal.

In generale mi piace il tennis e mi piace vedere i giocatori che difendono il proprio paese, era divertente ed emozionante" Sulla Coppa Atp: "Sono eccitato perché sarà la prima volta di questo evento e sia che io Rafa giocheremo li.

Spero che la Spagna abbia una buona settimana li. Quando ho incontrato Nadal per la prima volta? "Lui aveva 16 anni ed io 14, giocavamo in un campionato Under 18 spagnolo e già a quei tempi si parlava benissimo di lui"

Il giocatore più divertente? "Marc Lopez, molto aperto e non dice mai qualcosa di serio" Infine: "Vorrei prendere il servizio di Carlos Moya, il coraggio e lo spirito di David Ferrer, il dritto di Rafael Nadal ed il rovescio di Ferrero"