Woodbridge: "Credo che i giovani vinceranno presto uno Slam. In Australia vedremo..."


by   |  LETTURE 710
Woodbridge: "Credo che i giovani vinceranno presto uno Slam. In Australia vedremo..."

Negli ultimi anni sono emerse due particolari statistiche che segnano il tennis maschile. In primis bisogna ricordare che nessun giocatore in attività al di sotto dei 30 anni ha mai vinto un titolo dello Slam e inoltre nessun giocatore, eccetto Nadal, Djokovic e Federer, ha vinto un trofeo importante dal 2016.

Negli ultimi tempi sono emersi segnali che qualcosa sta cambiando ed in particolare l'ex giocatore, ora diventato Tennis Analyst Todd Woodbridge ha fatto il punto sulla situazione: "Credo che questo Australian Open, forse più di qualsiasi altro Slam visto negli ultimi 5 anni, sia aperto anche ad alcuni giovani ragazzi.

Nella seconda metà del 2019 ho visto una mentalità nuova nei giovani ed in particolare Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas e Dominic Thiem, che, hanno dimostrato di non aver paura dei Big Three. Credo che sarà un Australian Open 2020 molto eccitante"

Poi prosegue: "In precedenza abbiamo visto giovani tennisti andare all'assalto dei top. Thiem e Tsitsipas hanno battuto Nadal a Madrid , lo spagnolo poi ha conquistato il Roland Garros. Nello scorso anno Khachanov e Zverev hanno battuto Djokovic alle Finals, poi il serbo ha conquistato l'Australian Open due mesi dopo, ma ora, in questa seconda metà del 2019, stanno soffiando i venti del cambiamento.

Medvedev ha portato Nadal al quinto set agli Us Open ed è stato l'atleta più vicino a battere uno tra Djokovic, Federer e Nadal in una finale di un torneo del grande Slam. Poi nelle settimane successive Tsitsipas e Zverev hanno battuto ai Quarti di Shanghai rispettivamente Djokovic e Federer.

Penso che dopo l'Us Open c'è stato un vero cambiamento. Quando arrivano 2 o 3 sconfitte non puoi nasconderle, vuol dire che questi giovani ragazzi credono di poter battere i migliori. Siamo ad un punto di svolta del gioco del tennis"

Infine: "È un periodo particolare perché nessuno dei Tre Grandi vuole rinunciare alla propria posizione, ma i giovani sono pronti a spingere avanti. Vedo in Thiem uno dei principali candidati, soprattutto dopo i suoi progressi sui campi in cemento del 2019.

Quest'anno l'austriaco ha vinto Indian Wells a Marzo, poi ha trionfato a Pechino e Vienna ed è arrivato alla finale delle Atp Finals a Londra.