Jaume Munar: "Ripartire dai Challenger mi ha aiutato"


by   |  LETTURE 600
Jaume Munar: "Ripartire dai Challenger mi ha aiutato"

Quello di Jaume Munar è stato un anno pieno di alti e bassi. Dopo un ottimo inizio, il giovane spagnolo si è un po’ perso, tanto da decidere negli ultimi mesi di dedicarsi ai Challenger. È stato proprio l’ultimo Challenger disputato, quello di Montevideo, a regalargli l’unico trofeo del 2019.

“Ho iniziato l'anno molto bene, vincendo partite nei tornei ATP, e ho proseguito per diverse settimane, pur non ottenendo nessun grande risultato” ha raccontato Munar in un’intervista concessa a Eurosport.

“Sono arrivato agli US Open con pochissime vittorie alle spalle nei precedenti tre mesi, quindi abbiamo deciso di tornare a giocare i Challenger per una questione di fiducia e punti. È stata anche una sfida personale.

A differenza dell'anno scorso, adesso quando gioco un Challenger scendo in campo come uno dei favoriti, anche se in alcuni ho fatto meglio e in altri peggio. Fare un passo indietro ti aiuta anche a capire che quando giochi i tornei ATP devi dare il massimo, perchè sono opportunità uniche”.

“La carriera del tennista è molto lunga, bisogna attraversare momenti di ogni tipo” ha proseguito Munar. “Il mio obiettivo per il prossimo anno, e per tutti quelli che seguiranno, è quello di lottare al massimo per essere al top e per ottenere importanti risultati, a partire dall’approdo in top50 per poi pensare a salire anche di più.

Mi rassicura il fatto che finirò il 2019 con una classifica simile a quella del 2018, ma dopo essere maturato tanto come giocatore. Sono migliorato infinitamente sotto molti aspetti del mio gioco, e so che l'anno prossimo riuscirò a gestire meglio determinate situazioni”.

In effetti Munar, che aveva iniziato l’anno da umero 81 del mondo, lo chiuderà in 87ma posizione.

Photo Credit: Getty Images