Tsitsipas: "Il format 3 su 5 avvantaggia i Big Three, ma voglio uno Slam"


by   |  LETTURE 5771
Tsitsipas: "Il format 3 su 5 avvantaggia i Big Three, ma voglio uno Slam"

Alla sua prima partecipazione alle ATP Finals, Stefanos Tsitsipas ha messo da parte le emozioni ed è riuscito nell’impresa di vincere il torneo dei Maestri all’età di 21 anni. “Sono entusiasta, innanzitutto, di aver fatto parte delle ATP Finals” , ha spiegato un emozionato Tsitsipas in conferenza stampa.

“Ora che sono il campione, non so come spiegare il tutto. Onestamente non sento niente in questo momento, perché ho dentro troppe emozioni. Ricordo di aver visto questo evento qualche anno fa in televisione, pensavo: ‘Questi ragazzi hanno giocato una stagione fantastica per essere lì’ .

Ed ora sono il campione, è fantastico. La vittoria dello scorso anno alle Next Gen ATP Finals mi ha dato molta fiducia e mi ha permesso di disputare una stagione incredibile. La prima volta che ho incontrato Thiem è stata proprio qui, quando nel 2016 sono stato il suo sparring partner.

È incredibile, fantastico, aver giocato contro di lui questa finale. Qualche anno ho rischiato di perdere la vita in Corea. Grazie a Dio sono riuscito a salvarmi, ho avuto l’opportunità di continuare a vivere e di essere qui oggi”.

Tsitsipas ha poi parlato del suo sogno di vincere un torneo del Grande Slam. “Qualche anno fa, ho detto che avrei voluto vincere Wimbledon per la sua tradizione, ma ora penso che tutti i tornei dello Slam siano fantastici ed abbiano qualcosa di speciale.

Sento che il mio gioco sta migliorando sempre di più con il tempo e che sono vicino alla vittoria di uno Slam. Il dominio dei Big Three in questi tornei negli ultimi anni ha reso tutto più difficile. È davvero difficile batterli in uno Slam, perché turno dopo turno aumentano il livello ed arrivati alla seconda settimana diventa molto complicato per noi.

Il formato con i match al meglio dei cinque set permette loro di rimanere in partita, li avvantaggia. Se i Major si giocassero al meglio dei tre set, sono sicuro che ci sarebbero più possibilità di vedere diversi campioni Slam ogni anno”.