Matteo Berrettini: "Federer è l'avversario più difficile da affrontare"


by   |  LETTURE 4005
Matteo Berrettini: "Federer è l'avversario più difficile da affrontare"

Matteo Berrettini, intervistato da OA sport ammette che tra gli avversari più difficili da affrontare, il gradino più alto del podio tocca a Roger Federer: “Usa così tante variazioni, che mentre ci giochi ti viene voglia di fermarti a guardarlo per capire, e coglierne i segreti.

Fa sempre una giocata diversa dall'altra e sono tutte difficili da intuire. La conclusione è ovvia, non ti permette di capire come fargli male. Nadal, invece, ti fa sentire parecchio la sua presenza in campo, i suoi gesti imperiosi, le occhiate, l'agonismo… Non è ansia, ma tensione per un match importante.

E lui te la porta a mille" . Parole d’affetto e di riguardo anche per Jannik Sinner, il ragazzino che dal nulla è divenuto uno dei giocatori più promettenti e interessanti, non solo per il tennis italiano, per gli anni a venire.

" So che c'è grande attesa, ma io sto poco in Italia, così è difficile che me ne renda conto di persona, ma intuisco che l'interesse sia alto, soprattutto adesso. Questo mi dà tantissima energia e non mi mette assolutamente pressione.

Mi carica. Il movimento è di fronte a un nuovo inizio. Lavorare molto restando umili. Anche Jannik mi sembra su questa linea. Credo sia fortissimo, io alla sua età nemmeno avevo punti ATP. Ma è giovane e non gli va messa troppa pressione"