Matteo Berrettini: "La top ten? Ci penso, ma carriera ancora lunga"


by   |  LETTURE 1950
Matteo Berrettini: "La top ten? Ci penso, ma carriera ancora lunga"

Matteo Berrettini ha sconfitto Christian Garín con un doppio 6-3 e affronterà agli ottavi di finale del Masters 1000 di Shanghai Roberto Bautista Agut, uno dei suoi maggiori rivali per un posto alle ATP Finals di Londra.

“Sono davvero contento per la mia prestazione” , ha dichiarato l’italiano dopo la netta vittoria. “Penso di aver servito davvero bene oggi. Garin ha giocato un ottimo match, soprattuto nel primo set. Ha avuto un paio di occasioni sul mio servizio, ma sono stato in grado di servire bene e di sfruttare le mie occasioni in risposta.

Questa è sicuramente la mia migliore stagione finora. Anche lo scorso anno è stato grandioso: ho vinto il mio primo titolo e fatto importanti esperienze. Quest’anno mi sono mostrato più preparato ed ho imparato molto, non vedo l’ora di continuare così.

Sarà importante continuare a crescere e migliorare. Top Ten? Prima degli US Open era diverso. Sicuramente era uno degli obiettivi che mi sarei posto in futuro, ma ora sono vicino. Non posso dire che non penso a questo traguardo, ma la mia carriera è ancora lunga.

Spero di raggiungere molti obiettivi, ho molte cose da migliorare. Se dovesse succedere, sarò molto felice. Sono felice ed anche fortunato perché ho un grande team, è importante avere un buon rapporto con la tua squadra anche fuori dal campo.

Penso che questa sia una delle chiavi”. Parlando della sua prossima delicata partita, Berrettini ha infine spiegato: “Sarà una battaglia. Ho giocato contro Roberto tre volte in carriera. Dovrò fare del mio meglio per vincere, vedremo cosa succederà”.