Ashleigh Barty: "Non vedo l'ora che la stagione finisca"


by   |  LETTURE 1473
Ashleigh Barty: "Non vedo l'ora che la stagione finisca"

Malgrado la sconfitta subita in rimonta contro Naomi Osaka nella finale di Pechino, Ashleigh Barty può essere comunque soddisfatta della sua settimana cinese, che le consentirà peraltro di restare la numero 1 del mondo.

“È stata una partita intensa e di alta qualità” ha dichiarato l’australiana in conferenza stampa. “Penso che ci siano stati momenti in cui ho preso le decisioni giuste, anche se poi non sempre sono riuscita a concretizzarle.

Sono orgogliosa per come ho combattuto, non è mai facile giocare contro una giocatrice del calibro di Naomi. Attualmente ci sono molti giocatrici che colpiscono molto forte, e lei è una di queste. Ho fatto comunque tutto il possibile”.

Le condizioni di gioco non erano quelle ideali per la campionessa del Roland Garros. “In queste condizioni e giocando di notte, con il freddo che faceva oggi, il campo non era rapido come al solito, la palla rispondeva in modo diverso”.

La tournèe asiatica ha regalato all’australiana, prima della finale pechinese, anche la semifinale a Wuhan. “Sono davvero orgogliosa, tanto io quanto la mia squadra, per il fatto di riuscire ad essere competitiva in ogni torneo, indipendentemente dal periodo della stagione o dalle condizioni” ha detto Barty.

“Sono venuta qui con l’obiettivo di giocare il mio miglior tennis, i risultati li avrei valutati successivamente. Sappiamo benissimo che non potremo arrivare in semifinale o in finale in tutte le settimane, soprattutto nel finale di una stagione così lunga. Non vediamo davvero l’ora che finisca, ma ci aspettano ancora un paio di settimane.

Ai primi di novembre, dopo la FedCup, faremo il punto e festeggeremo per questo splendido anno, è un mese che non aspettiamo altro”.

Photo Credit: Xinhua/Zhang Hongxiang/IANS