Daniil Medvedev: “Le mie vittorie? Un successo di tutto il mio team”


by   |  LETTURE 1231
Daniil Medvedev: “Le mie vittorie? Un successo di tutto il mio team”

Il ventitreenne russo Daniil Medvedev è senza dubbio il giocatore che ha collezionato più vittorie in questo 2019: ben 54, a fronte di sole 17 sconfitte. Ha anche conquistato tre titoli ATP, incluso il suo primo trofeo Masters 1000 (il Western & Southern Open di Cincinnati) e cercherà questa settimana a Shanghai di raggiungere la sua sesta finale consecutiva dopo quelle di Washington, Montreal, Cincinnati, New York e San Pietroburgo.

Ha anche vinto 24 delle ultime 27 partite disputate. Insomma, è sicuramente uno dei giocatori più in forma del circuito e non sorprende che alla fine di questa estate sia salito fino alla quarta posizione mondiale.

Nella conferenza stampa che precede il torneo di Shanghai, dove l’anno scorso fu fermato al secondo turno da Roger Federer, il russo ha spiegato le motivazioni della sua sorprendente ascesa, riconoscendo un merito fondamentale al proprio entourage: “Il mio team è una grande parte del mio successo.

Chiaramente poi sono io ad avere in mano la racchetta e a giocare sul campo da tennis. Ma se dovessi viaggiare con nessuno al mio fianco, allora non sarei dove sono adesso”. Medvedev è accompagnato dal 2017 come allenatore in campo da Gilles Cervara, ma è anche seguito da Francisca Dauzet nel ruolo di mental coach: “Dauzet mi ha aiutato molto ad essere più concentrato sul rettangolo di gioco, sull’obiettivo di vincere la partita e non su altre distrazioni.

Anche quando le distrazioni ci sono, cerco sempre di focalizzarmi al massimo sulla vittoria ed è per questo che vinco così spesso”. Riguardo il 2019, la sua migliore stagione fin'ora della carriera, il russo ha commentato: “Con i risultati che ho ottenuto … sono cambiate un sacco di cose dentro di me perché ho sempre detto che l’esperienza è la chiave.

Prima degli Us Open non ero mai stato nei quarti di finale di un torneo dello Slam. Quindi essere lì, vincere quelle partite, arrivare in finale e giocare quei cinque set contro Rafa, di certo resta tutto nel tuo corpo, nella tua mente.

Per qualsiasi altro torneo posso per fortuna utilizzare questa stessa fiducia e questa esperienza ed essere in questo modo pronto per ogni partita”. Medvedev ha infine concluso: “Spero semplicemente di migliorare sempre di più sul campo”.