Thiem: "Probabilmente la migliore stagione della mia carriera"


by   |  LETTURE 1675
Thiem: "Probabilmente la migliore stagione della mia carriera"

Dominic Thiem si è guadagnato l’accesso alla semifinale del 500 di Pechino, battendo in due set l’ex numero 1 del mondo Andy Murray. “Mi sento molto bene” ha detto l’austriaco in conferenza stampa.

“Queste tre partite sono andate molto bene, specialmente quella di oggi. Penso sia stata una delle migliori di quest'anno. Tennisticamente parlando, ho attraversato dei momenti difficili prima e durante gli US Open.

Dalla Laver Cup, mi sento di nuovo bene. Ho la sensazione di aver ritrovato il mio tennis. Si sta rivelando un’ottima settimana, spero che continui così”. L’unica pecca nella prestazione con lo scozzese è arrivata quando, avanti 5-4, Thiem ha servito per il match, commettendo ben tre doppi falli e subendo il contro-break.

“Avevo servito in modo fantastico per tutto il set” ha dichiarato il classe ‘93. “In quel momento, ho avvertito che non sarebbe stato così facile chiudere. Andy è un ottimo ribattitore. Sentivo una certa pressione.

Non è stato facile gestire quella situazione. Ma sono riuscito a riguadagnare la calma. Ho giocato un gran tennis nel tie-break, riuscendo a raggiungere di nuovo il mio solito livello”. La tattica per tenere a freno una delle migliori risposte del circuito? “Ho mantenuto un’ottima percentuale di prime” ha spiegato Thiem.

“Ho anche giocato bene i colpi all’uscita dal servizio perché ero sempre in una posizione molto offensiva. Quindi sono riuscito a ottenere sempre i primi due punti in ogni turno di battuta. Se parti 15-0 o 30-0, è più facile giocare”.

Dominic ha poi parlato del suo rapporto con Massu e della separazione da Bresnik. “La fine del rapporto con Bresnik è avvenuta dopo un lungo periodo. È stata la decisione migliore per me, personalmente. Nico e io non ci conoscevamo, quindi abbiamo iniziato a lavorare da zero prima di Indian Wells.

Abbiamo ottenuto sin da subito molto successo. Ora ci conosciamo, iniziamo a intenderci bene e a sapere cosa è meglio per me. È molto importante. Questa è probabilmente la migliore stagione della mia carriera, in termini di livello di gioco e di risultati.

Sono sulla buona strada”. Non sono mancate parole di elogio nei confronti dell’avversario sconfitto. “Sono molto colpito” ha sottolineato Thiem a proposito del rientro in pompa magna di Murray. “Ma, allo stesso tempo, sapevo che avrebbe giocato molto bene perché non batti giocatori come Berrettini o Norrie in quel modo, se non sei in forma.

Inoltre, la scorsa settimana è stato l'unico in grado di portare de Minaur al limite nella sua corsa per il titolo. Il modo in cui è tornato dall'infortunio è impressionante. È un esempio incredibile per tutti: per noi giocatori, per il tennis in generale.

Se continua a giocare come in questa settimana, ci rivedremo presto nei turni importanti”. Il suo ultimo avversario sulla strada della finale è Karen Khachanov. “Abbiamo giocato contro due volte, a Parigi Bercy e Roland Garros” ha ricordato Thiem.

“Penso che entrambi i match siano stati a senso unico; a Bercy ha dominato Karen e al Roland Garros io. Penso di aver messo in campo un’ottima strategia al Roland Garros, quindi cercherò di impostare la partita in quel modo.

È un top 10, è un grande giocatore. Non sai mai cosa può succedere in un match così. Ma cercherò di fare del mio meglio, proverò a continuare a giocare come ho fatto nei primi tre turni e staremo a vedere”.

Photo Credit: ATP Tour