Mouratoglou: “Ecco perché Serena Williams vuole continuare a giocare”


by   |  LETTURE 1044
Mouratoglou: “Ecco perché Serena Williams vuole continuare a giocare”

Il francese Patrick Mouratoglou, allenatore della numero 9 del mondo Serena Williams, ha rivelato i punti di forza e ciò che motiva la sua giocatrice a non appendere ancora la racchetta al chiodo: “Serena ha un’enorme e dominante personalità.

Per lei ascoltare è stato essenziale. Anche fare il mio lavoro lo è stato. Sono concentrato al 100% sul lavorare con lei. Probabilmente sarà difficile farlo con un’altra persona quando lei non giocherà più.

Ma ho un’Accademia. Essere in grado di tornare a giocare a 37 anni dopo aver dato alla luce una figlia è senza dubbio eccezionale. Sono rimasto particolarmente colpito dal suo sforzo di raggiungere questo obiettivo.

E’ motivata perché crede ancora di poter vincere i tornei maggiori e di superare il record più importante, quello del maggior numero di Grand Slam conquistati. Quando inizia un torneo ha sempre l’ambizione di vincerlo.

Ma ha bisogno di stare bene fisicamente”. Mouratoglou ha spiegato che cosa rende un allenatore un buon coach: “Il coach ha bisogno di pensare al futuro, di veder competere il suo giocatore in una finale Slam e di vederlo vincere.

Deve organizzare una sessione di allenamenti su base giornaliera”. Il francese ha quindi concluso commentando l’organizzazione del tennis svizzero: “E’ incredibile. Se confrontiamo il numero di giocatori con quello che hanno ottenuto in carriera è pazzesco.

Se pensi alle risorse finanziarie degli Stati Uniti e della Francia e i giocatori che hanno, ti ingelosisci. E’ la mentalità la chiave della Svizzera. Hanno avuto poi Hingis e Federer, che influenzano i più giovani. Gli svizzeri sono seri ed ambiziosi e non tutte le nazioni hanno questi valori”.