Wawrinka: "Conoscevo già Jannik Sinner, mi aspettavo un match difficile"


by   |  LETTURE 9823
Wawrinka: "Conoscevo già Jannik Sinner, mi aspettavo un match difficile"

Non è stato un esordio comodo per Stan Wawrinka agli US Open, dove il fenomeno svizzero spera magari di bissare l’incredibile cavalcata realizzata qui a Flushing Meadows nell'edizione 2016. Il tre volte campione Slam ha dovuto lottare quattro set per avere la meglio sulla nostra giovanissima promessa Jannik Sinner, il cui obiettivo è quello di sfondare il muro della Top 100 entro la fine del 2019.

“Sì, devo ammettere che mi aspettavo una partita difficile. Nessuno è lì per caso: non esistono giocatori scarsi negli Slam. Poi avevo avuto l’opportunità di osservare Sinner alcune volte, quindi conoscevo il suo livello” – ha raccontato il veterano di Losanna.

“Ha una palla davvero pesante, soprattutto per un ragazzo della sua età. È la cosa che mi ha sorpreso di più quando ero in campo. Mi ha messo pressione costantemente e non è calato fino alla fine”.

Stan è soddisfatto guardando alla sua performance: “Non ho vinto molte partite ultimamente, quindi ne avevo bisogno per acquisire sicurezza. Esito ancora troppo in alcune situazioni, mi mancano rapidità e fluidità.

A volte riesco a mettere quattro aces di fila, altre volte mando la palla fuori di tre metri. Fisicamente sto bene, lo stesso tecnicamente. È molto nella testa, nella ricerca della continuità”. Al prossimo turno ci sarà Jeremy Chardy: “È un giocatore pericoloso, da sempre.

Serve molto bene e colpisce altrettanto forte. Dopo un match come quello di oggi, dovrei essere più preparato”. Fonte: Tribune de Genève