"Doppio forno" Becker: si propone come coach a Kyrgios e Zverev?



by   |  LETTURE 3070

"Doppio forno" Becker: si propone come coach a Kyrgios e Zverev?

Kyrgios è considerato uno dei più grandi talenti del tour ATP, ma anche un personaggio difficile, che attira sempre l'attenzione le sue uscite stravaganti e anche quella di Boris Becker, che parla così dell'australiano ad Eurosport: "Se volessi solo vivere la mia passione per il tennis, sarebbe il giocatore più in voga.

Nei giorni buoni può battere Federer, potrà battere Nadal, battere Djokovic, ma la coerenza, la continuità, la disciplina mancano, tocca a un allenatore dirgli che ne vale la pena vivere vincendo, anche più di prima.

Non è un segreto che sia un giocatore interessante, sia che debba farlo da solo che no" Una sorta di candidatura come coach di Kyrgios, quella di Becker, che spende belle parole anche per Alexander Zverev, aprendo un doppio "forno": "Sascha è un giocatore, ovviamente, caro a me, quasi come un terzo figlio.

Vorrei lavorare anche con lui, ma forse c'è un po' troppa gente con lui" Anche l'ex giocatore australiano McNamee ha voluto parlare di Nick Kyrgios, esponendo su Twitter un interessante punto di vista: "Spende molta più energia emotiva della maggior parte dei giocatori, quindi è completamente fritto alla fine di una grande settimana.

Dovrebbe ridurre un po' i suoi impegni. Sapevamo che dopo quell'enorme sforzo che ha fatto a Washington - emotivamente, mentalmente e fisicamente - non ci sarebbe stato nulla di positivo che sarebbe uscito dal gioco la settimana successiva.

Niente di positivo. L'avevamo già visto a Shanghai per due anni consecutivi, quando ha vinto rispettivamente Bejing e Tokyo, ha avuto un tracollo", ha poi ribadito McNamee in un'intervista The Sydney Morning Herald. ''