Fabio Fognini: "Ho fatto tante stupidate ma sono stato me stesso"


by   |  LETTURE 5299
Fabio Fognini: "Ho fatto tante stupidate ma sono stato me stesso"

In un'intervista a L'Equipe Fabio Fognini ha parlato della sua carriera in generale e del suo comportamento a volte poco corretto. "Ho fatto molte stupidate, è vero, ma ho pagato - ha ammesso Fognini alla vigilia degli US Open -.

Quando finirò la mia carriera, potrò vantarmi di essere stato Fabio Fognini al 100%, nel male, ma soprattutto nel bene" Sull'influenza della moglie Flavia Pennetta sui suoi risultati, Fognini ha aggiunto: "Mi aiuta nel senso che ha svolto il mio stesso lavoro e conosce i sacrifici.

Dice che non credo abbastanza nel mio talento, è vero, ma voglio ugualmente fare le cose bene. A volte sono testardo e non riesco a sopportare me stesso" Un altro 'bad boy' del circuito' è Nick Kyrgios, sul quale il 32enne di Arma di Taggia ha concluso: "Non è a conoscenza del suo potenziale, può tranquillamente raggiungere la top 10.

Il problema è che non vuole" Non avrà un primo turno semplice Fognini a Flushing Meadows visto che esordirà con Reilly Opelka, uno dei pochi giocatori alti più di due metri e che fa del servizio la sua arma principale.

Fabio ha raggiunto il suo miglior risultato nell'ultimo Major stagionale nel 2015 perdendo contro Feliciano Lopez al quarto turno.