Rafael Nadal: "Non fosse stato per il tennis, ora sarei calciatore"


by   |  LETTURE 4519
Rafael Nadal: "Non fosse stato per il tennis, ora sarei calciatore"

Rafael Nadal ha scritto la storia del tennis. Ma chissà, avrebbe potuto essere protagonista anche in un altro sport. E’ stata una questione di destino e di scelte. Lo rivela il maiorchino in un’intervista a Tass.

“So che lo sport è la mia passione e se non fosse stato per il tennis, sicuramente mi sarebbe piaciuto diventare un calciatore, ma nessuno potrà mai saperlo”. I presupposti per avere successo nello sport, Rafa li ha sempre avuti tutti.

“Il talento o l’attitudine naturale è un elemento chiave, ma lo sono anche il lavoro, la mentalità, lo sforzo, la passione. Penso che nella mia carriera sportiva io abbia ottenuto molto di più di quello che avrei mai potuto immaginare o aspettarmi.

Mi piace la competizione e quando mi ritirerò dal tennis sarà il momento di guardare indietro e capire cosa ho realizzato. Per ora mi piace ancora competere”. Facile la domanda, su quanti anni Rafa vorrà ancora giocare.

“Questa è una domanda che mi viene posta spesso, dico sempre che finché sarò in salute, finché mi sento bene fisicamente, finché riuscirò ad allenarmi e avere l’opportunità di vincere tornei importanti, continuerò a giocare a tennis. Quando uno di questi elementi verrà meno, sarà il momento per riflettere se devo smettere”.