Daniil Medvedev: "Batterò i tre fenomeni. Devo solo sfidarli più spesso"


by   |  LETTURE 2656
Daniil Medvedev: "Batterò i tre fenomeni. Devo solo sfidarli più spesso"

Analisi lucida di Daniil Medvedev dopo la finale persa 6-3 6-0 contro Rafael Nadal a Montreal. Il russo, parlando in conferenza stampa, ha detto: "Sapevo sarebbe stata dura, non è la prima volta che affronto uno dei tre fenomeni.

Probabilmente non sono riuscito a mettere in atto il mio miglior tennis ma Rafa oggi è stato incredibile. Per esserne certo devo rivedere la partita in TV ma complimenti a lui. Ho iniziato bene il match ma poi pian piano è andata peggio"

Medvedev vede il lato positivo: "E' uno dei tornei migliori che abbia mai giocato nella mia vita. L'altro è Tokyo, l'unico 500 che ho in bacheca per ora. Ovviamente raggiungere la finale di un 1000 è qualcosa di straordinario.

Ma si è sempre tristi quando non si vince il torneo. Anche se perdi in una finale di uno Slam, sei triste" Medvedev ha parlato poi nel dettaglio di ciò che rende unici Nadal, Federer e Djokovic: "Sono tutti diversi, tutti con colpi speciali.

Hanno qualcosa migliore rispetto a noi. Ovviamente è stato difficile affrontare Rafa, la mia tattica era non dargli molto tempo, provare a giocare palle profonde, non fargli colpire palle facili. Ma quest'anno finalmente ho battuto Novak (a Monte Carlo, ndr) e la terra non è nemmeno la mia superficie migliore.

Era la quarta volta che lo affrontavo. Ero sempre più vicino al traguardo e alla fine ho prevalso. Devo soltanto andare più in fondo nei tornei, affrontare questi giocatori di più. In questo modo troverò il mio ritmo e la mia tattica per batterli"

Medvedev è più attento a selezionare cosa mangiare ma continua ad avere un palato fine. Dopo un grande torneo, a cosa proprio non può rinunciare? "Amo lo zucchero. Può essere complicato per me non mangiarlo durante il torneo.

Probabilmente un piccolo pezzo di torta non avrebbe cambiato il risultato odierno o di ieri. Sto cercando di essere professionale ma stasera un tiramisu e della panna cotta non me la toglie nessuno" In effetti, dopo aver guadagnato circa un milione di dollari grazie alle finali back to back a Washington e Montreal, se li sarà meritati...