Marco Cecchinato: "Ricevuti tanti insulti. Poche le persone al mio fianco"


by   |  LETTURE 19466
Marco Cecchinato: "Ricevuti tanti insulti. Poche le persone al mio fianco"

Marco Cecchinato ha subito la quinta sconfitta di fila nel circuito maggiore, stavolta nel primo turno di Wimbledon contro Alex De Minaur. Interessanti le dichiarazioni post match del siciliano, intervistato da Sky Sport: "C'è tanta tristezza, è un momento difficile.

Questi ultimi due mesi sono abbastanza duri, ho vinto solo un match al Foro, tanta sfiducia. In questo momento è come se andasse tutto male e storto. Ho cambiato l'allenatore, con Uros (Vico, ndr) mi trovo bene a livello umano ed è sempre una persona molto positiva.

Spero che possa trasmettermi tanta carica positiva. Entro in campo con dubbi e incertezze e ci sono pochissime persone in questo momento che mi stanno vicino perché con le sconfitte arrivano tanti insulti e tante critiche.

Sono contento perché sto capendo chi sono le persone a me vicine in questo momento delicato della mia carriera" Sensazioni totalmente diverse per Matteo Berrettini che prosegue il suo ottimo momento. Battuto Aljaz Bedene in quattro set, senza però esprimere il suo miglior tennis: "Vorrei fosse sempre come Stoccarda ma non può essere - ha detto il 23nne di Roma -.

Tutte le partite sono diverse anche nello stesso posto e oggi sono stato molto bravo perché non mi sentivo bene in termini di colpi ma mi sono creato chance per vincere la partita e dargli fastidio" Sulla gestione delle aspettative: "Quando si sale di classifica e raggiungi buoni risultati, un pochino di peso è logico sentirlo e sono contento perché significa che sto facendo bene. Devo essere lucido e pensare che sto facendo delle cose belle. Mi devo godere questo momento"