Dominic Thiem: "Djokovic è al suo meglio, ma farò di tutto per batterlo"


by   |  LETTURE 3507
Dominic Thiem: "Djokovic è al suo meglio, ma farò di tutto per batterlo"

Tra i favoriti per il successo finale al Roland Garros non bisogna sottovalutare Dominic Thiem. Dopo aver faticato parecchio nei primi round, il giocatore austriaco è salito in maniera esponenziale candidandosi a raggiungere la seconda finale consecutiva a Porte d’Auteuil.

Ad attenderlo domani c’è il numero 1 del mondo Novak Djokovic. “Penso di essere migliorato dopo ogni singola partita. I primi due turni sono stati complicati, anche perché gli avversari non avevano nulla da perdere.

Dal terzo round ho cominciato a migliorare. Ho giocato benissimo contro Gael e anche oggi. Sono molto contento del modo in cui sono riuscito ad emergere” – ha dichiarato Thiem in conferenza stampa. Per vincere il torneo Dominic dovrà battere Djokovic venerdì, poi Rafael Nadal o Roger Federer.

Un’impresa non semplice: “Come ho sempre detto, è incredibilmente difficile vincere uno Slam, perché dobbiamo sconfiggere giocatori con almeno 15 Major in bacheca. Non so se qualcuno riesca ad immaginare il coefficiente di difficoltà.

Ovviamente andrò in campo e cercherò di dare tutto. Spero di riuscire a vincere, ma si tratta di una sfida enorme. Novak è in ottima forma, sta giocando il suo miglior tennis su questa superficie. Sono in semifinale insieme ai tre giocatori più forti di ogni epoca.

La superficie non ha importanza quando giochi contro di loro. Tutti hanno portato a casa i quattro Slam, quindi sono difficili da affrontare dovunque. Non è mai successo che ci fossero tre giocatori con almeno 15 Slam.

Questo spiega tutto. Sono davvero incredibili. Ho giocato molte volte contro ciascuno di loro, farò tutto il possibile per batterli”. Nonostante la perentoria sconfitta odierna, resta un buon torneo per Karen Khachanov: “Avrei potuto fare meglio oggi, è sempre così quando perdi in tre set.

Bisogna dare merito all’avversario. Thiem è uno dei migliori al mondo sulla terra. L’ho visto in campo. Sapevo come avrebbe giocato, ma è stato davvero complicato. Mi ha impedito di essere aggressivo come avrei voluto.

Speravo di fare più vincenti e meno errori. Il tennis è così”. Il russo è comunque soddisfatto del suo Roland Garros: “C’è la delusione per aver perso, ma devo rimanere positivo.

Questo è il mio miglior risultato in uno Slam, ho giocato davvero bene. Inoltre, il mio livello non era eccezionale all’inizio della stagione. Ecco perché sono molto contento di quello che ho fatto qui. Ora spero di aver superato i brutti momenti e di avere un andamento più regolare fino alla fine della stagione”.