Marco Cecchinato: "Brutta giornata, sconfitta che brucia. Ma nessun dramma"


by   |  LETTURE 3574
Marco Cecchinato: "Brutta giornata, sconfitta che brucia. Ma nessun dramma"

Lo aveva detto già mesi fa. "Ripetere la semifinale del Roland Garros non sarà facile" Di certo non si aspettava di uscire già all'esordio. Dopo l'8-6 al quinto set nel primo turno degli Australian Open contro Filip Krajinovic a gennaio, ancora una volta quest'anno il parziale decisivo di uno Slam condanna Marco Cecchinato, nel torneo che nel 2018 lo ha reso grande.

Il siciliano è stato sconfitto da Nicolas Mahut per 2-6 6-7(6) 6-4 6-2 6-4. In conferenza stampa, a Cecchinato è stato chiesto se la pressione abbia influito la sua prestazione. "Onestamente avevo solo dei ricordi, ho anche cominciato bene vincendo i primi due set - ha ammesso 'Ceck' -.

E poi anche nel terzo ho sprecato tre palle break.Sarei andato 4-3 con il servizio a disposizione. Mahut ha giocato molto bene, è stato sempre aggressivo e mi ha messo pressione. Ma io ho molte responsabilità in questa sconfitta che ora brucia.

È stata una gran brutta giornata, ripeto ho sprecato troppo e nel quinto set non ho spinto come dovevo, non sono andato a prendermi la partita. Ed è l'aspetto che più mi fa male. Io di solito lotto, in quei frangenti le situazioni le giro a mio favore"

Si ripartirà con la stessa determinazione di sempre: "Scenderò intorno alla 40esima posizione del ranking Atp, ma non è un dramma - ha assicurato -. Nessuna tragedia, nessuna morte. Ora mi devo fermare qualche giorno, staccare completamente e superare questa cocente delusione per poi ripartire dalla stagione sull'erba. Giocherò al Queen's, a Eastbourne e a Wimbledon"