Serena Williams: "Ho fatto di tutto per poter giocare a Roma"


by   |  LETTURE 2551
Serena Williams: "Ho fatto di tutto per poter giocare a Roma"

Serena Williams può essere decisamente soddisfatta del suo esordio agli Internazionali. Al rientro dopo più di un mese e mezzo di assenza causa infortunio al ginocchio sinistro, la 23 volte campionessa Slam ha infatti liquidato Rebecca Peterson con un 6-4 6-2 mai in discussione e ha così prenotato l’ennesimo derby con la sorella Venus, che ha estromesso in tre set Elise Mertens.

Le due si sono già incontrate a Roma, ben 20 anni fa. “È folle” ha commentato Serena in conferenza stampa. “Non mi ricordo benissimo quella partita. Giochiamo spesso contro, e adesso nei tornei capita di incontrarci prima rispetto al passato”.

Questo successo arriva a conclusione di un periodo non facile per l’ex numero 1 del mondo. “È stato bello tornare in campo, era passato un po’ di tempo” ha spiegato l’americana. “Quest’anno non sono riuscita a giocare con continuità, non per mia scelta ma per cause esterne.

In questo periodo, non sono riuscita ad allenarmi con continuità. Sono stata fuori molto più tempo del previsto. Ma amo la stagione sul rosso e volevo prenderne parte: ho fatto letteralmente tutto il possibile per esserci, e sono qui”.

La migliore condizione è lontana, ma Serena vuole affrontare questo momento un passo alla volta. “Quando sei ferma, è difficile gestire il tuo corpo. Sei praticamente costretta a nutrirti di aria, è stato un incubo.

Ma ho lavorato duramente. La strada è ancora lunga, è un processo di crescita, e io procedo un passo alla volta. Per me è ovviamente importante presentarmi bene nei tornei importanti, incluso questo”.

L’ex numero 1 del mondo è giunta a Roma con una compagna di viaggio speciale: la figlia Olympia. “L’ho portata al Colosseo, alla Fontana di Trevi” ha raccontato Serena. “È stupendo condividere con lei la mia città preferita. E poi c’è il cibo, la pasta… ci stiamo divertendo un sacco”.