Lorenzo Sonego: "Sono dispiaciuto. Khachanov? Non meritava i fischi"


by   |  LETTURE 4268
Lorenzo Sonego: "Sono dispiaciuto. Khachanov? Non meritava i fischi"

Superare il primo turno a Roma contro il numero 13 del mondo Karen Khachanov sarebbe stata la prosecuzione perfetta di un'ottima stagione su terra rossa per Lorenzo Sonego dove spicca il quarto di finale a Monte Carlo.

Il torinese si è arreso in tre set, 6-3 6-7 6-3. "Sono molto dispiaciuto - ha ammesso in conferenza stampa -. È andata male nel primo set, sono stato attaccato nel secondo e mi sentivo bene e di poterla vincere.

Peccato che sono crollato fisicamente. Lui è stato bravo a gestire alcuni momenti difficili" I suoi idoli erano Jo-Wilfried Tsonga e Roger Federer. Il primo lo ha già affrontato, il secondo spera di affrontarlo? "Certo.

È il mio obiettivo è giocare contro gente così in grandi palcoscenici" Il salto di qualità deve arrivare dal punto di vista fisico o di scelte? "Secondo me dal punto di vista fisico, poi ci sono stati momenti in cui dovevo fare scelte più giuste.

Solo giocando partite di questo livello riuscirò a capire come gestire i momenti difficili" Infine sui fischi del pubblico a Khachanov: "Era dispiaciuto per i buu, non se li meritava e in una partita di tennis c'è nervosismo e tensione", ha concluso Sonego che giocherà il suo prossimo torneo a Ginevra prima del Roland Garros.