Fabio Fognini: "Non voglio cambiare, resterò cosi come sono al 110% "


by   |  LETTURE 1919
Fabio Fognini: "Non voglio cambiare, resterò cosi come sono al 110% "

Fabio Fognini ha vinto il suo primo Masters 1000 a Monte Carlo lo scorso mese, battendo nello stesso torneo Alexander Zverev, Borna Coric e il re della terra Rafael Nadal. Il tennista italiano è sicuramente uno dei giocatori più impulsivi e precipitosi dell’intero circuito ATP.

In un’intervista al quotidiano “The Telegraph” , è stato chiesto a Fognini se desiderasse cambiare il suo comportamento. “No, rimarrò così come sono al 110%. Non mi pento di niente, tutto quello che è successo fa parte della mia carriera.

Quando fai qualcosa di sbagliato devi solo scusarti. Tutti commettono errori”. Fognini è anche uno dei giocatori più simpatici ed apprezzati nello spogliatoio. “Il mio tennis imprevedibile rende ansiosi gli avversari? È vero.

Quando sono in forma ed il mio tennis funziona come dovrebbe penso di essere pericoloso per tutti. Stavo quasi per dare 6-0 a Rafael Nadal sulla terra, non so quante volte sia successo. Non sono come prima: a 32 anni hai più esperienza”.

Sull’importanza della famiglia, Fognini ha detto: “Ovviamente, la paternità mi ha cambiato. Soprattutto quando perdo, non penso più ad un colpo sbagliato o qualsiasi altra cosa. Riesco a separare le cose, penso sia una cosa molto positiva.

Flavia mi è stata sempre vicino, soprattutto nei momenti difficili. Durante l’assenza di Davin è stata la mia assistente allenatrice”. Parlando di Novak Djokovic ed Andy Murray, nati come lui nel 1987, Fognini ha spiegato: “Tutti sapevano che Djokovic e Murray sarebbero diventati due grandi campioni.

Io sono solo un ragazzo di talento, quindi non si sa mai. Cosa ha fatto la differenza? Probabilmente la testa. Sono forti e fanno tutto in maniera impeccabile. Tutti sono diversi, questo è il bello del nostro sport e del nostro mondo”.