Panatta esalta Fognini: "Finalmente si è visto chi sa giocare a tennis"


by   |  LETTURE 18846
Panatta esalta Fognini: "Finalmente si è visto chi sa giocare a tennis"

Adriano Panatta ha parlato prima della finale di Montecarlo al Corriere della sera, elogiando ancora una volta il suo pupillo Fognini. Il tennista italiano più forte di tutti i tempi ha espresso senza peli sulla lingua il suo pensiero su Fabio e su Rafael Nadal, sconfitto nettamente in semifinale dall'azzurro: "Finalmente si è visto chi sa giocare a tennis e chi invece un po' meno.

Nadal senza intensità è poca roba, sabato Fabio sembrava il maestro con l'allievo" Un pensiero che farà discutere quello del romano, ancora amatissimo in Italia e amante di un tennis più tecnico che fisico.

Ad ogni modo non è stato un grande inizio di stagione su terra rossa per i big: "Li trovo tutti fuori forma" Un destino ribaltato, quello di Fognini, che ha compiuto un'impresa simile a quella di Adriano nel 1976 a Roma uscendo vivo per un soffio dal primo turno con Rublev: "Ho annullato 11 matchpoint nel primo turno a Warwick a Roma e uno a Hutcka a Parigi, che poi avrei vinto.

Il tennis è uno sport strano, a volte i ribaltoni sono casuali" Ma guai a parlare di nuovo Panatta: "Ha 31 anni, piano con i paragoni!"