Gavrilova: "Non vedo l'ora di giocare la semifinale di Fed Cup"


by   |  LETTURE 753
Gavrilova: "Non vedo l'ora di giocare la semifinale di Fed Cup"

Dopo una striscia di ottimi risultati tra 2016 e 2017, suggellata dal trionfo a New Haven nell’agosto 2017 (per quello che fin qui resta il suo unico titolo WTA), Daria Gavrilova era riuscita ad irrompere in top 20 per la prima volta in carriera.

Lo scorso anno l’australiana fece semifinale a Sydney e Acapulco, ma il prosieguo di stagione si rivelò per lei oltremodo deludente, con appena tre quarti di finale raggiunti e il conseguente crollo nel ranking mondiale.

Dopo aver iniziato l’anno da numero 35 del mondo, Daria ha faticato in questo primo scorcio di stagione, subendo pesanti eliminazioni al primo turno a Brisbane, Sydney, Australian Open, San Pietroburgo e Acapulco e dovendo anche fare i conti con un fastidioso problema al tendine d’Achille.

Segnali di ripresa si sono visti finalmente a Indian Wells, dove Gavrilova ha estromesso Yastremska e Buzarnescu prima di cedere a Svitolina al terzo turno. La necessità di una svolta nella sua stagione (e, di fatto, nella sua carriera) l’ha poi spinta ad una rivoluzione in panchina, con l’inizio della collaborazione con David Taylor, che inizierà a seguirla a partire dal torneo di Rabat.

Prima, Gavrilova sarà impegnata nella semifinale di Fed Cup, in programma tra una settimana alla Pat Rafter Arena di Brisbane. Al fianco delle sue compagne Ashleigh Barty, Samantha Stosur e Priscilla Hon, Gavrilova affronterà la Bielorussia di Azarenka e Sabalenka, con l’obiettivo di centrare una finale che manca all’Australia del 1993.

Gavrilova ha vinto 11 match di Fed Cup in carriera e non vede l’ora di migliorare il suo bilancio. “Non vedo l’ora di giocare la semifinale di Fed Cup” ha infatti dichiarato l’australiana. “Stavo giusto guardando il calendario sul mio cellulare, e quando ho visto che il prossimo appuntamento sarà la semifinale di Fed Cup non riuscivo a crederci: siamo davvero in semifinale!

Amo la Fed Cup, adoro la sua atmosfera e sono sempre emozionata al pensiero di giocarci. Adoro sentirmi parte di una squadra, per il nostro piccolo team sarebbe un sogno che si avvera, ne parliamo da sempre”.