Fabio Fognini, a rischio Indian Wells: "Voglio solo riposare"


by   |  LETTURE 7567
Fabio Fognini, a rischio Indian Wells: "Voglio solo riposare"

Fare peggio era impossibile. Zero vittorie in tre tornei di fila sulla terra rossa sudamericana per Fabio Fognini. Cordoba, Buenos Aires e adesso Rio de Janeiro, dove ha perso contro uno straripante Felix-Auger Aliassime per 6-2 6-4.

Il ligure è accompagnato dalla moglie Flavia Pennetta e dal figlio Federico in questo lungo swing, ma sente la necessità di prendersi una pausa dal tennis. "Ho bisogno di stare un po' di tempo a casa e riposare - ha confessato Fognini in conferenza stampa -.

Se avrò un po 'più di energia mentale tornerò a Indian Wells altrimenti mi prenderò un periodo di riposo. Mi sono appena ritirato dal doppio. Ho un lieve dolore alla caviglia e preferisco non giocare.

Ma voglio parlare della partita e non inventarmi scuse. Lui avrà un gran futuro, ha giocato meglio di me. Ho provato con quello che ho, che al momento è poco. In questa parte di stagione ho perso il mio gioco. Settimana scorsa ho perso una bruttissima partita e qui sono venuto senza un obiettivo, solo pensare a giocare e a provare a trovare di nuovo il mio tennis.

Ho avuto 5-6 palle break e non sono riuscito a breakare" Riflettendo ancora sulla sconfitta con Jaume Munar a Buenos Aires, Fognini ha ammesso: "Lì ho pensato di tornare a casa. Ma come con tutte le cose complicate della vita, il meglio che posso fare è affrontarle.

Ho bisogno di voltare pagina e in fretta, stare con la mia famiglia e pensare a quello che voglio fare per poi tornare a Miami o Monte Carlo. Questo è il dubbio più grande che ho adesso" Fognini è iscritto a Indian Wells in doppio con il numero uno del mondo Novak Djokovic.

Raggiante Auger-Aliassime: "È una di quelle vittorie per cui mi alleno, sono i frutti che raccolgo per credere nel mio lavoro, nelle mie capacità. È un risultato incredibile. Ma nonostante sia stata una grande partita, è solo un primo turno.

Voglio mantenere questo livello e cercare di andare più lontano possibile. Le condizioni oggi erano molto umide. È un risultato che mi dà molta fiducia e mi lascia con la convinzione di poter battere giocatori di quel livello.

Quindi spero che questo continui ad accadere per molte, molte altre volte. " Prima partita in quattro mesi vinta per Juan Martin del Potro, che ha prevalso su Yoshihito Nishioka. "È stato un duro primo turno.

Lui è un giocatore intelligente, molto solido dalla linea di fondo e anche veloce. Ho giocato bene nei momenti chiave della partita. Devo lavorare a livello fisico perché al secondo set ero stanco come normale che sia.

Vedrò come mi sentirò domani quando mi sveglio, se sto bene mi allenerò e sarò pronto per il prossimo turno" Disastroso Dominic Thiem, battuto da Laslo Djere. L'austriaco era la prima testa di serie del torneo brasiliano dove aveva vinto il titolo nel 2017.

"Sono molto deluso, avevo alte aspettative - ha ammesso Thiem in conferenza stampa -. Ho fatto una brutta partita, ho sbagliato tanto e mi sento molto lontano dal livello a cui vorrei essere"