Benoit Paire e la sfuriata a Washington: "Stavo per collassare"


by   |  LETTURE 2410
Benoit Paire e la sfuriata a Washington: "Stavo per collassare"

In un'intervista alla rivista francese Society, Benoit Paire ha parlato del suo particolare carattere. Il francese è uno dei bad boy del circuito e non ha problemi ad ammetterlo. "Nel tennis attraversi tutte le fasi, è come le montagne russe, ma lo amo anche quando impazzisco.

Ora però sono più calmo di prima, sto migliorando. Prima ero pazzo, non accettavo gli errori e sembrava che le persone mi assalivano se sbagliavo una volèe facile. L'opinione degli altri era qualcosa di molto rilevante per me, ora non molto anche se ci sono giorni dove mi sveglio e ci penso"

"Lo scorso anno a Washington ho avuto una brutta esperienza. Dopo aver perso la partita, mi hanno multato per 17.000 dollari. Nel terzo set sono caduto durante uno scambio e nel giro di due secondi ho distrutto la racchetta.

Sono andato sulla panchina e ne ho rotto una seconda e una terza. Era incontrollabile. L'ultimo game non ho nemmeno lottato, volevo soltanto andarmene e ho rotto pure la quarta. Ero sul punto del collasso, e non appena sono uscito dal campo ho capito cosa avevo fatto.

Il problema è che in quel momento non riuscivo a controllarmi. Sono capace di rompere tutto, e due minuti dopo l'accaduto tutto è già sui social network. Negli anni '70 per vedere scene del genere dovevi inviare dei fax, ora basta avere un telefono"