Piotr Wozniacki: "Caroline al 50 percento". Ma gioca sia Doha che Dubai


by   |  LETTURE 913
Piotr Wozniacki: "Caroline al 50 percento". Ma gioca sia Doha che Dubai

Caroline Wozniacki è alle prese con l'artrite reumatoide, malattia degenerativa che coinvolge 25 milioni di persone nel mondo, dallo scorso luglio e la danese non può avere una programmazione costante.

Wozniacki non giocherà la Serie C di Fed Cup questa settimana e, attenendendosi al regolamento, non è al momento eleggibile per giocare le Olimpiadi di Tokyo il prossimo anno. In un'intervista, il padre-coach di Caroline, Piotr, ha così spiegato l'assenza: "Non è preparata a sufficienza per rappresentare il suo Paese.

Non sappiamo per quanto tempo mia figlia potrà giocare a tennis. Per ora, siamo contenti che si alzi la mattina e che possa allenarsi. Caroline è pronta a giocare al 50% per il momento. Questo non è abbastanza per giocare la Fed Cup in modo serio.

Ecco perché ha dovuto dare forfait". Sulla possibile assenza alle Olimpiadi, Piotr ha aggiunto: "Siamo consapevoli del rischio, ma non sappiamo come andrà la stagione. Siamo in una nuova situazione."

La cosa sorprendente è che Wozniacki giocherà con una wild card last minute la settimana prossima a Doha e poi, come da programma, Dubai, due tornei back to back che rappresenteranno un banco di prova importante per l'ex numero uno del mondo a livello fisico e di salute.

Sulla sconfitta ai recenti Australian Open contro Maria Sharapova, Piotr ha aggiunto: "Dico sempre che quando Caroline perde una partita, lo ha fatto perché la sua avversaria è stata migliore.

E quella partita non ha fatto eccezione" Sul ritiro dal tennis di Agnieszka Radwanska, Piotr ha così concluso: "Me lo aspettavo, ma allo stesso tempo ero un po' sorpreso. Mia figlia gioca a tennis e so quanto sacrificio, lavoro giornaliero e disciplina ci voglia.

Ma ha avuto problemi di salute da tanto tempo e anche gli infortuni non le hanno dato tregua"