Kevin Anderson ha un grande rimpianto per la finale di Wimbledon


by   |  LETTURE 1178
Kevin Anderson ha un grande rimpianto per la finale di Wimbledon

La finale di Wimbledon dello scorso anno, che ha visto contrapposti Novak Djokovic e Kevin Anderson, è stata equilibrata soltanto nel terzo set, quando il sudafricano ha avuto a disposizione tre set point. Riflettendo su quella sfida e sulla finale degli US Open 2017, persa per mano di Rafael Nadal, Anderson ha dichiarato: “Sento che in entrambi gli incontri non sia riuscito a giocare al livello in cui sono capace di esprimermi.

Il momento in cui ci sono andato più vicino è stato nel terzo set contro Novak a Wimbledon, quando finalmente sono entrato in partita e ho giocato il tennis che avrei dovuto giocare sin dall’inizio. Non che questo mi avrebbe garantito la vittoria, ma almeno mi avrebbe dato modo di essere competitivo”.

I suoi enormi passi in avanti gli hanno anche permesso di aggiudicarsi un posto alle Finals di Londra; ed è proprio nei tornei più importanti che Anderson ha cambiato marcia negli ultimi anni. “Devi riuscire ad affrontare gli incontri più importanti come un qualsiasi altro match” ha aggiunto il numero 6 del mondo. “Non puoi permettere all’avversario o all’occasione di avere la meglio su di te”.