Bouchard: "I social media sono pericolosi, riceviamo troppe attenzioni"


by   |  LETTURE 1389
 Bouchard: "I social media sono pericolosi, riceviamo troppe attenzioni"

Eugenie Bouchard ritiene che i giocatori di tennis ricevano troppa attenzione quando si tratta della loro vita fuori dal campo. La canadese è molto attiva e famosa sui social media; conta infatti quasi due milioni di follower su Instagram.

In una recente intervista alla trasmissione “Radio Breakfast” , Bouchard ha dichiarato: “È decisamente pazzesca la situazione. Siamo scrutati ed osservati molto per la nostra vita privata. I fan hanno ovviamente accesso ai nostri account e possono scriverci quello che pensano in qualsiasi momento.

I social media sono un mondo molto difficile, quindi penso che sia importante non lasciarsi coinvolgere troppo. Mi piace utilizzarli per mostrare ai miei fan quello che faccio. Penso che offrano la possibilità di mostrare una parte di me stessa diversa rispetto all’immagine da tennista.

Posso fare tutte queste cose folli a causa della mia vita. Cerco sempre di mantenere una certa distanza dai commenti delle persone, perché la cattiveria di alcune di esse potrebbe farti letteralmente impazzire”.

Bouchard ha poi parlato della sua esperienza nel corso degli anni ad Auckland. “Ho giocato per la prima volta qui nel 2013, durante la mia prima stagione da professionista. Mi piace davvero molto: le perone sono gentili ed il posto accogliente.

È un bellissimo modo per iniziare al meglio la nuova stagione. Quando ho stilato il mio programma annuale, non ho esitato un secondo ed ho inserito con molto entusiasmo Auckland come primo torneo”.