Katie Boulter entra in top 100 ed è pronta ad affrontare Serena Williams



by   |  LETTURE 1588

Katie Boulter entra in top 100 ed è pronta ad affrontare Serena Williams

Katie Boulter è una tennista britannica nata a Leicester il 1° agosto del 1996. Lo scorso ottobre, Boulter ha ottenuto la sua miglior classifica raggiungendo la 93esima posizione del ranking WTA, entrando così per la prima volta in top 100.

La giovane giocatrice è molto legata a suo nonno Brian, la prima persona che ha chiamato dopo aver raggiunto il risultato più importante della sua vita sportiva. “Mio nonno è un grande ingegnere meccanico: ha messo in moto l’illuminazione degli aeroporti di Gatwick e Heathrow” , ha detto Boulter in un’intervista alla BBC.

È la persona che mi ha spinto ad andare avanti nella vita, mi piace molto passare il tempo con lui”. Boulter parteciperà alla Hopman Cup in Australia ed incontrerà per la prima volta due leggende del tennis: Roger Federer e Serena Williams.

È qualcosa che ho sempre sognato. Sarà un anno incredibile per me, non vedo l’ora di giocare con un pubblico così numeroso. Ho intenzione di giocare senza paura contro Serena, voglio imporre il mio tennis e non importa chi ci sia dall’altra parte della rete.

Sono sicura che mi divertirò molto. Guardavo Williams e Maria Sharapova in televisione quando ero piccola. Serena è una donna straordinaria, il modo in cui si comporta è fantastico, è una persona che ammiro da molto tempo”.

Boulter ha anche una particolare storia alle spalle. Circa tre anni fa, la britannica fu costretta a prendersi un anno di pausa dalle competizioni a causa di una malattia da affaticamento e decise di seguire da spettatrice le sue amiche impegnate a Wimbledon.

Volevo sostenerle ed allo stesso tempo essere lì a giocare. Alla fine del viaggio mi sono detta: ‘L’anno prossimo tornerò a Londra da giocatrice’ . Questa cosa mi ha caricata molto e mi ha conferito le giuste motivazioni.

Così ci sono riuscita”. Boulter ha infine parlato del suo rapporto con la famiglia e della sua passione per la moda. “Mi allenavo con mio fratello su un campo vicino casa, sapevo che il tennis era l’unico sport in cui potevo batterlo.

Quando finalmente sono riuscita a sconfiggerlo all’età di 14 anni, sono stata molto orgogliosa di me stessa e lui non ha più toccato una racchetta. Nel mondo della moda sono molto interessata alla diverse cose che le persone inventano e sperimentano.

La moda può essere utile per esprimere una parte di te stessa, è divertente cambiare gli abiti diverse volte al giorno”.