Johanna Konta sulla vittoria contro S.Williams: "Non mi sono mai svegliata"



by   |  LETTURE 1394

Johanna Konta sulla vittoria contro S.Williams: "Non mi sono mai svegliata"

Johanna Konta spera in un 2019 più fortunato. Dopo aver raggiunto le semifinali di Wimbledon nell'estate del 2017 e aver conquistato il quarto posto della classifica mondiale, sono stati 18 mesi duri per la numero uno britannica.

Nel 2017, dopo Wimbledon, ha appena vinto soltanto 2 partite e nel 2018 è scesa fino al n.37 del mondo. A Mosca ha inanellato la miglior serie di vittorie grazie, probabilmente, alla settimana di prova con l’allenatore francese Dimitri Zavialoff.

Questo rapporto si è trasformato rapidamente in una partnership permanente e dopo un mese di allenamento, i due sono volati in Australia per iniziare la stagione a Brisbane. Zavialoff ha molta esperienza avendo allenato Wawrinka per quasi 20 anni e la svizzera Timea Bacsinszky.

Proprio per questo la britannica Johanna Konta è molto ottimista. "Penso che la scorsa stagione non avevo molte occasioni di semifinale e quarti di finale, quindi arrivare alla fine di un torneo è stato sicuramente un buon feeling nell'ultimo torneo dell'anno.



Ho sicuramente avuto una pre-stagione ottima che mi ha dato delle possibilità di avere un buon 2019 nel complesso . Lui (Zavialoff) mi sta insegnando a essere abbastanza autosufficiente in campo, è molto più di una collaborazione che ho avuto nei precedenti rapporti di coaching.

Quindi spero che mi renderà meglio equipaggiata per affrontare le sfide in campo" Nonostante la delusione di gran parte del 2018, Konta è riuscita a sconfiggere Serena Williams a San Josè per 6-1 6-0, infliggendo all’americana la più pesante sconfitta della sua carriera.

"Non mi sono mai svegliata, mi sono guardato allo specchio e ho pensato: 'Hey 37!' Oppure: 'Ehi, numero quattro, come va?' Voglio arrivare alle battute finali di ogni torneo che gioco"