Serena Williams stila l'elenco delle 5 vittorie più significative


by   |  LETTURE 997
Serena Williams stila l'elenco delle 5 vittorie più significative

Quando vinci praticamente tutto da praticamente sempre, non dev’essere molto facile scegliere le cinque vittorie più simboliche della carriera. Si parla di Serena Williams che, in un’intervista a GQ, ha stilato i cinque match più significativi per lei. Curioso che la scelta della campionessa americana sia ricaduta su tutte partite prima del 2003, praticamente una vita fa.

-Quarti di finale Chicago 1997: vittoria per 4-6 6-1 6-1 contro Monica Seles.

«Ero molto giovane e quello fu un anno incredibile. Ammiravo profondamente Monica, era la mia tennista preferita fin da quando ero piccola; volevo giocare come lei, essere come lei», commenta Serena.

-1° turno Australian Open 1998: vittoria per 6-7 6-3 6-1 contro Irina Spirlea

«La vittoria contro Seles mi aveva dato molta fiducia, ma è stato difficile vedere che al primo turno in Australia ho pescato la numero 9 del mondo. Non ricordavo neanche di aver perso il primo set, quella fu la mia prima vittoria in uno Slam».

-Finale Us Open 1999: vittoria per 6-3 7-6 contro Martina Hingis

«Questa ovviamente è una delle vittorie più significative per me. Fu il primo Slam vinto contro Martina che al tempo dominava il circuito ed era numero uno del mondo. Da quel giorno ho iniziato a costruire la mia carriera».

-Finale Indian Wells 2001: vittoria per 4-6 6-4 6-2 contro Kim Clijsters

«È stata una partita molto difficile per me: ero un’adolescente e tutto il pubblico bianco ha iniziato a fischiarmi. Già dall’ingresso in campo e durante il riscaldamento il pubblico ha iniziato a rivoltarsi contro di me. La vittoria della partita in sé è stata la cosa meno importante di quel giorno. Dopo molti anni sono tornata a giocare quel torneo, con una nuova generazione e con un pubblico che non mi aveva mai visto giocare. Questo mi ha dato la forza per tornare».

-Finale Australian Open 2003: vittoria per 7-6 3-6 6-4 contro Venus Williams

Non poteva mancare, infine, una partita contro la sorella Venus. «Fu la mia prima finale in Australia e tremavo per il nervosismo. Furono tre set molto combattuti, soprattutto il primo quando credo di aver salvato anche un set point. Quando ho vinto la partita non potevo crederci: avevo vinto quattro Slam consecutivamente, qualcosa che soltanto Steffi Graf era riuscita a fare nel tennis femminile».