Stefanos Tsitsipas: "Pete Sampras sarebbe perfetto per la mia crescita"


by   |  LETTURE 1712
Stefanos Tsitsipas: "Pete Sampras sarebbe perfetto per la mia crescita"

Next Gen è l’ultimo torneo della stagione. Nè turismo né calcio a San Siro, di cui sono appassionato: sto venendo a Milano per vincere”. È questa la premessa di un motivatissimo Stefanos Tsitsipas, numero 15 del mondo, che quest’anno ha raggiunto la sua prima finale in un Masters 1000 a Toronto, dove ha perso contro Rafael Nadal, uno dei giocatori più forti della storia del tennis.

In un’intervista al Corriere della Sera, il giovane tennista greco è partito dalla vittoria di Karen Khachanov a Parigi-Bercy, per poi parlare della sua stagione e delle ambizioni future. “Vorrei fare lo stesso di Karen.

È stata una grande stagione, da dieci e lode: ho scoperto di poter battere i grandi e ho trovato la continuità che mi mancava. Wimbledon è il primo Slam che vorrei vincere in carriera. Per l’importanza, la copertura mediatica, la popolarità interplanetaria: vincere Wimbledon ti cambia la vita.

Devo imparare ad essere più aggressivo e meno prevedibile. Nel 2019 dovrò crescere almeno del 30%.”. Fantasticando su un partner di lavoro da affiancare al padre Apostolos, Tsitsipas ha indicato uno dei suoi idoli.

Pete Sampras sarebbe perfetto, ma dubito abbia voglia di viaggiare”. Il ventenne ha dimostrato ancora una volta di avere le idee chiare e giocherà il suo ultimo torneo dell’anno alle Next Gen ATP Finals di Milano da assoluto favorito.