Serena Williams spiega la scioccante ragione della sconfitta contro Konta



by   |  LETTURE 6200

Serena Williams spiega la scioccante ragione della sconfitta contro Konta

La pesante sconfitta per 6-1 6-0 di Serena Williams contro Johanna Konta a San Jose lo scorso mese è avvenuta anche a causa di un motivo serio ed extra-tennistico. In un’intervista al Time Magazine, la 23 volte vincitrice Slam ha rivelato che dieci minuti prima dell’inizio dell’incontro, ha saputo, tramite Instagram, che Robert Edward Maxfield, l’uomo che aveva ucciso sua sorella Price, era stato rilasciato dalla prigione.

"Non riuscivo a togliermelo dalla testa”, ha ammesso Serena. "Non importa cosa, mia sorella non tornerà per un buon comportamento. Non è giusto che non abbia l'opportunità di abbracciarmi”.

Nonostante lei creda in Dio, la leggenda del tennis non ha perdonato Maxfield. “Ancora non ci riesco. Voglio perdonarlo. Devo arrivarci. E’ stato difficile perché tutto quello a cui penso sono i suoi figli e cosa significano per me.

E quanto li amo”. È stato un momento estremamente difficile per la famiglia Williams, in quanto Price aveva tre figli, di età inferiore agli 11 anni. Serena ha anche commentato il motivo per cui viene sottoposta a test anti-doping durante l'anno: "Sono nata così.

Dicono "Oh, non può essere così grossa, deve fare qualcosa" Non faccio neanche sollevamento pesi”.