Simona Halep si lamenta dell'ordine di gioco: "La WTA mi penalizza"



by   |  LETTURE 3575

Simona Halep si lamenta dell'ordine di gioco: "La WTA mi penalizza"

Dopo l’approdo in semifinale, la numero uno al mondo Simona Halep si è lamentata in conferenza stampa di come sono state programmate le sue partite. La rumena ha concluso due match giovedì, contro Anastasia Pavlyuchenkova e Venus Williams, e venerdì ha sconfitto Caroline Garcia.

Penso di essere la giocatrice che ha avuto il peggior programma durante la settimana”, ha ammesso la Halep. “Tutto ciò accade quasi sempre in ogni torneo. Domani ho visto che gioco alle 13:00. Suppongo che la WTA sia un po’ indisposta nei miei confronti perché cerca sempre di penalizzarmi nel tabellone.

E sono molto arrabbiata per questo. Domani andrò in campo e cercherò di dare il massimo. Non ho nulla da perdere. E’ una semifinale”. “La mia avversaria (Ashleigh Barty) ha già sei ore di riposo in hotel, mentre io ho appena finito la partita e sto facendo queste cose.

Ieri ho giocato due partite”, ha riconosciuto la 26enne di Costanza. “Mi sento come se oggi avessi dovuto giocare la seconda partita nella notte, e anche domani alle 18, non alle 13. Questa è la mia opinione, e penso di avere ragione.

Non mi sono mai lamentata del programma. Mi conoscete da anni ormai, non mi sono mai lamentata. Ma oggi era inevitabile”. Halep ha anche parlato delle conseguenze che la vittoria del suo primo Grand Slam a Parigi quest’anno le ha causato.

Sicuramente un po’ la mia vita è cambiata con l’attenzione dei fan e delle persone esterne. Cerco solo di godermi questo momento il più possibile. Mi dà energia, ma talvolta mi sento stanca.

A volte anche turbata dopo un allenamento che non sta andando nel modo giusto. Ma cerco soltanto di godermi il tutto e provo a prenderlo come il miglior momento della mia vita”.