Adriano Panatta non sarà al Foro Italico: "Ostile all'ambiente"


by   |  LETTURE 7207
Adriano Panatta non sarà al Foro Italico: "Ostile all'ambiente"

Adriano Panatta e la federazione italiana tennis non sono in buoni rapporti, e questo lo si sa da tempo. Qualche settimana fa l'organizzazione degli Internazionali BNL d'Italia ha "ignorato" il migliore tennista azzurro della storia per classifica in una speciale promozione dell'evento, una conferma del poco "feeling" tra le due parti. Intervistato dal Corriere della Sera, Panatta ha rivelato che non andrà al Foro Italico, dove ha vinto nel lontano 1976, stesso anno del suo successo a Parigi.

Spiegando i motivi di questa scelta, ha precisato di non essere "ostile al torneo, ma all’ambiente, alle persone che lo frequentano. Si respira un’altra aria. Ho fatto fatica a varcare quei cancelli quando si è trattato di ricevere l’inutile premio in occasione dei 40 anni dalla vittoria della Coppa Davis in Cile, nel 1976. È stata un’iniziativa forzata, non spontanea", ha detto Panatta.

Sul favorito per vincere il titolo, Panatta non ha dubbi: "Nadal. Nessuno ancora sa giocare contro di lui perché corre di più, tira più forte ed è coraggioso. Lo stesso discorso valeva per Borg. Ogni tanto lo svedese perdeva, ma succedeva per caso. Poi la volta successiva ti bastonava".