Roger Federer: "Il miglior match nella mia carriera? Ecco qual è"


by   |  LETTURE 6910
Roger Federer: "Il miglior match nella mia carriera? Ecco qual è"

Roger Federer ha completato la pratica-Federico Delbonis, prevalendo per 6-3 7-6 nell'arco di due giorni dopo la sospensione per pioggia di sabato: "È interessante quando passi dalla sera al giorno con un avversario che gioca in modo diverso - ha spiegato lo svizzero - Delbonis dà molto spin alla palla che di giorno rimbalza molto alta. Quindi è tutto un cambiamento. Di sera la palla non rimbalza molto, ieri ho servito cinque ace e oggi nemmeno uno. Era da tanto tempo che non vedevo un mio match notturno posticipato al giorno seguente".

Sulla sconfitta di Novak Djokovic contro Taro Daniel, Federer ha commentato: "Non è così sorprendente, capisco come si sente. Quando stai fuori dal circuito per due mesi, fai uno sforzo extra per gestire tutto ciò che accade nella tua testa: le palle break, i punti del 30-30, 15-30. In allenamento è diverso, puoi sentirti bene, ma non si può riprodurre l'atmosfera della partita. E forse era stanco alla fine proprio per questo. Taro Daniel ha giocato bene, e Novak sta tornando dall'operazione. È ancora l'inizio. Migliorerà soltanto da qui. È stato bello rivederlo in campo".

Alla domanda su quale sia stato il miglior match della sua carriera, Federer ha risposto: "Mi viene in mente la pressione di una finale Slam, agli US Open 2004 quando ho battuto Hewitt 6-0, 7-6, 6-0. Non me lo aspettavo perché avevo avuto dei match difficili contro di lui in passato. Lì capii come affrontarlo e il mio gioco iniziò a darmi dei risultati".

Sulla stagione su terra: "Probabilmente non giocherò proprio all'inizio ossia a Monte Carlo. Ho anche un viaggio (in Zambia) per la mia fondazione che sto programmando. Il resto, se giocare o meno sulla terra, lo deciderò dopo Miami".

Sulla nuova Davis Cup rispinde in 'politichese': "Ciò che ha reso unica questa competizione sono stati location e format, e il tempo ci dirà se questo nuovo format funzionerà".