Roger Federer: "10 ore per lo spot con Barilla. Strano ma divertente"



by   |  LETTURE 5276

Roger Federer: "10 ore per lo spot con Barilla. Strano ma divertente"

Esordio agli Australian Open in controllo per Roger Federer, vincitore contro Aljaz Bedene col punteggio di 6-3 6-4 6-3. Come ti è sembrato il campo rispetto allo scorso anno? «Lo stesso - ha commentato il campione in carica -.

Ma lo scorso anno è tanto tempo fa. Stasera era veloce, di solito a quell'ora è più lento. Ma penso Bedene e io abbiamo cercato di anticipare la palla e di giocare offensivo. Così come lo scorso anno, anche stasera l'ho sentito veloce.

Quando servi e colpisci bene, vieni premiato». Da quando sei diventato professionista, hai fatto circa 300 interviste post match. Come riesci a rimanere interessato ed entusiasta a fare ciò? «Prima cosa, parlare in lingue diverse è sempre interessante e una sfida.

Svizzero tedesco è semplice, è dove mi trovo meglio. Ci sono cresciuto, quindi so come comportarmi e provare gioia in questo. Spero che le persone che le leggono o le vedono possano trovare una bella storia, che loro pensino che il tennis è un grande e interessante sport.

"Il mio dritto ha funzionato bene, la seconda di servizio devo migliorarla" così è noioso. Cerco sempre di dare qualcosa extra. Ho sempre cercato di rimanere me stesso, al contrario di alcuni che non riescono molto a farlo.

Hanno paura di venire mal interpretati, cosa che ho sentito anch'io proprio a inizio carriera. Non è sempre facile, ma ci provo». 92 milioni di persone hanno visto sui social network il tuo spot con Barilla.

Circa 60 su YouTube, 30 su Facebook, più in TV. Quanto ci è voluto? «Per tutto quanto dieci ore, a Milano. Cosa è stato più difficile? Volevano che stessi attento quando tagliavo velocemente.

Poi ho fatto finta a volte di non guardare nemmeno, è stato un po' strano ma divertente. Per fare la scena col basilico ci sono voluti forse 45 minuti. Molta concentrazione». Sembra farà caldo giovedì.

Chiederai di giocare di sera? "Se posso scegliere, preferisco sempre rimanere alla stessa ora. O gioco sempre di giorno, o sempre di notte. So che non è sempre possibile. Chiederò il serale come oggi. E' più facile rispetto a quando vai dalla notte al giorno e viceversa. Sicuramente puoi fare una richiesta al torneo, poi sono loro a decidere".