Richard Gasquet: "Ora non dicono più che non abbiamo vinto la Coppa Davis"


by   |  LETTURE 1043
Richard Gasquet: "Ora non dicono più che non abbiamo vinto la Coppa Davis"

Sono passate due settimane da quando la Francia ha sollevato la sua prima insalatiera dal 2001, battendo il Belgio per 3-2 nella finale di Coppa Davis. Una vittoria che sa di sollievo per tutto il team francese, che aveva perso le finali del 2002, 2010 e 2014.

«È molto bello aver vinto - ha riconosciuto Richard Gasquet in un'intervista a metropolitain.fr -. Ho iniziato nel 2005, quindi sono da 13 anni in squadra.

Ora non diranno più che non abbiamo vinto la Coppa Davis. Avevamo giocato due finali, una molto dolorosa contro la Svizzera, una sfida difficile con Roger Federer e Stan Wawrinka. Siamo contenti di avere un peso in meno, il prossimo anno potremo riprovarci con meno pressione e perchè no vincerla di nuovo.

Quest'anno eravamo i favoriti, quindi era importante vincere». Giocare in doppio con Pierre-Hugues Herbert è stata una sorpresa per molte persone. Anche per te? «Certo. È stata una grande sorpresa.

Ma so di poter giocare in doppio. Ho vinto una medaglia di bronzo ai Giochi olimpici (in coppia con Julien Benneteau a Londra 2012, ndr). Ho giocato con Jo-Wilfried Tsonga tante volte, quindi sapevo di potercela fare.

È vero che prima dell'incontro non credevamo che sarebbe stata questa la coppia, ma sapevo che con Pierre-Hugues avremmo potuto fare bene. Come dice lui (Yannick Noah, ndr) bisogna dare l'anima in ogni partita.

Anche se non è una guerra, sono d'accordo». Gasquet che è alle prese con un piccolo fastidio addominale, motivo per cui non giocherà in questi giorni l'esibizione di Caen.

«Sta già andando meglio - ha assicurato -. Ho ancora 3 o 4 giorni di riposo prima di riprendere gli allenamenti e partire per l'Australia», ha detto il talento di Beziers che - allenato da Fabrice Santoro e Thierry Tuslaine nel 2018 - ha indicato come suoi obiettivi stagionali la Davis, il Roland Garros e fare una stagione al top.

.