INTERVISTE TENNIS

Mary Pierce: 'Gesù mio miglior amico, ha riempito il mio vuoto interiore"

-  Letture: 2012

La vita post carriera tennistica della quattro volte campionessa Slam Mary Pierce è molto diversa dalla maggior parte di quella delle sue colleghe. La vincitrice di 16 titoli WTA, nata a Parigi, ha trovato un rinnovato punto di riferimento nella fede.

«Quando mi sono ritirata, sentivo la fine fosse vicina. Devo ammettere che il Signore mi ha aiutato tanto», ha raccontato in un'intervista a Spox.com. Residente alle Mauritius dal 2008, l'ex campionessa vive in una comunità evangelista, fa la missionaria in Africa e ricopre nel tennis il ruolo di ambasciatrice delle WTA Finals.

«Gesù è il mio miglior amico. A un certo punto della mia vita, sentivo un vuoto interiore nonostante avessi tutto per essere contenta: il successo della carriera da tennista, i soldi, una grande casa...

avevo vinto tutti i trofei più importanti, ma c'era sempre qualcosa che mancava e non sapevo cosa. Finché ho conosciuto Gesù, che ha compiuto molti miracoli nella mia vita. Mi ha fatto aprire gli occhi e il mio cuore ha avvertito la sua presenza». «Ecco come è successo: nel circuito WTA ho notato una giocatrice molto diversa dalle altre.

Aveva "qualcosa" da cercare. Un giorno, mi ha chiesto se conoscessi davvero Cristo. Sono cresciuta credendo nel cattolicesimo, pensavo lo conoscessi. Ma poi parlando con lei, ho scoperto che potevamo avere una relazione normale con lui in quanto essere umano.

Abbiamo parlato di molte cose, soprattutto dei peccati che separano noi da Gesù. Poi nel marzo 2000, quando ero sola in una stanza di hotel, ho ammesso le mie colpe e ho dato a Lui la mia vita. Ho potuto sentire che il vuoto che avevo dentro si era riempito di gioia indescrivibile e di un amore immenso.

Dio ha guarito tutte le mie ferite, sono stata in grado di perdonare chi mi ha fatto del male e chiedere perdono alle persone con cui avevo sbagliato. Ho conosciuto un senso di pace superiore a ogni comprensione e logica umana». .