Mats Wilander:'Il gioco di Leo Borg ha poco a che fare con quello di Bjorn'

Il sette volte campione Slam si esprime sul potenziale del 14enne connazionale e parla anche di Federer, Nadal

by Luigi Gatto
SHARE
Mats Wilander:'Il gioco di Leo Borg ha poco a che fare con quello di Bjorn'

Mats Wilander ha avuto modo di vedere in azione il 14enne Leo Borg, figlio dell'undici volte campione Slam Bjorn, in un raduno svoltosi a Maiorca con i migliori 16 ragazzi e ragazze della Svezia. Questo il commento di Wilander su Leo, di cui tanto si parla bene, in un'intervista a Expressen.se: "Chiaramente ha buone qualità.

Bravo ragazzo, bel tocco di palla e buona tecnica. Naturalmente guardando il suo gioco in maniera completa si notano alcuni punti deboli, ma è normale e l'atteggiamento è positivo". I momenti più complicati dal punto di vista mentale e non solo dovranno ancora arrivare secondo Wilander:.

"All'eta di 14 anni la pressione non è così grande. A 16-17 sarà più difficile continuare a migliorare. Se mi ricorda suo padre? Per l'aspetto sì, in modo incredibile. Ma per quanto riguarda lo stile di gioco, non ha molto a che fare con il papà".

Il campione degli US Open 1989 si è infine espresso su Federer e Nadal: "Pensavamo che Roger e Rafa avessero raggiunto il loro picco quattro o cinque anni fa. Ora sono ancora più vicini a raggiungere il loro massimo potenziale.

Stanno migliorando ogni settimana. Sono i due giocatori che più si sono migliorati. Entrambi rispetto a 4-5 anni fa giocano molto meglio: Federer dal punto di vista tattico, perché gli bastano 3-4 colpi per chiudere il punto.

Ha capito che non può giocare dalla linea di fondo contro Novak Djokovic e Andy Murray e deve ringraziare Stefan Edberg per aver sviluppato la sua volèe e il suo rovescio".

Mats Wilander
SHARE